«Un aiuto dove c’è più fragilità»: il Comune di Padova a sostegno delle case di riposo

Afferma il sindaco Giordani: «Da giovedì 26 nell’ambito di una grande collaborazione tra Istituzioni e con la politica del fare, insieme all’ assessora al sociale Marta Nalin, stiamo dando il massimo per contribuire a mettere in piena sicurezza le case di riposo sul territorio cittadino»

Un aiuto concreto nel momento del bisogno: il Comune di Padova si è attivato in prima persona per dare una mano alle case di riposo cittadine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'aiuto

Afferma il sindaco Giordani: «Da giovedì 26 nell’ambito di una grande collaborazione tra Istituzioni e con la politica del fare, insieme all’ assessora al sociale Marta Nalin, stiamo dando il massimo per contribuire a mettere in piena sicurezza le case di riposo sul territorio cittadino. Questo non solo per il rispetto profondo che dobbiamo agli anziani ospiti, alle loro famiglie e a tutti i lavoratori che li accudiscono, ma anche perché con gli ospedali sono probabilmente i luoghi di maggiore delicatezza e tutti dobbiamo prestare massima attenzione. Non sono presìdi di nostra competenza, ma nell’emergenza tutti devono aiutare; ecco perché da alcuni giorni sono e siamo al lavoro per quello che possiamo fare come Comune di Padova. Abbiamo fornito alcune migliaia di mascherine chirurgiche, di quelle donate dalla Cina, alle Case di Riposo con partecipazione comunale ma anche ad alcune che vivevano una situazione di particolare difficoltà. Inoltre abbiamo fatto giungere tute protettive e siamo pronti a collaborare anche in maniera diretta, se ci sarà chiesto, per mettere in sicurezza questi luoghi. Sono anche in contatto con le autorità cittadine e con Fondazione Cariparo alla quale ho fatto appello, per quanto possibile, ad un intervento straordinario di sostegno. Dove c’è più fragilità, là noi dobbiamo essere, per prevenire e proteggere. Stiamo aspettando a giorni altre donazioni dalla Cina di Dispositivi di Protezione Individuale, tramite canali di solidarietà che ci siamo impegnati ad attivare in questi giorni e appena arriveranno, se ce ne sarà bisogno, torneremo a dare una mano anche con questo nuovo materiale. Con i loro sacrifici ci hanno lasciato in eredità un’alta qualità della vita, benessere, coesione: anche per queste ragioni, per i nostri anziani, dobbiamo tutti dare il massimo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

  • Clienti nel magazzino per sniffare cocaina tra una portata e l'altra: ristoratore in manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento