Coronavirus, l'Università di Padova stanzia 100mila euro per quattro nuovi progetti di ricerca

L'Ateneo patavino ha stanziato la somma per sostenere quattro nuovi progetti di ricerca relativi all’emergenza Covid-19 che affrontino con approcci innovativi e multidisciplinari le grandi questioni aperte dalla gravissima pandemia e dalle misure che sono state adottate per arginarla

A pochi giorni dal lancio della campagna di raccolta fondi per finanziare la ricerca sul Covid-19 sul sito web.unipd.it/covid19, l’Università di Padova grazie all’impegno dei finanziatori (35mila euro già raccolti) e allo stanziamento straordinario dell’Ateneo stesso deciso dal Consiglio di amministrazione (65mila euro) ha deliberato di stanziare la somma di 100mila euro per sostenere, attraverso l’assegnazione di un assegno annuale di ricerca per una giovane ricercatrice o ricercatore, quattro nuovi progetti di ricerca relativi all’emergenza Covid-19 che affrontino con approcci innovativi e multidisciplinari le grandi questioni aperte dalla gravissima pandemia, e dalle misure che sono state adottate per arginarla.

I progetti di ricerca

Saranno raccolti e valutati progetti di ricerca in quattro ambiti, qui delineati con alcuni dei quesiti cui i progetti dovranno rispondere:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  1. Ricerca biomedica. Quali caratteristiche del virus Sars-CoV2 lo rendono così aggressivo? Quali molecole virali sono responsabili della tossicità polmonare, e con quale meccanismo? Quali molecole e meccanismi possono essere bersaglio di terapie farmacologiche o immunitarie?
  2. Ricerca clinica. Quali parametri clinici definiscono la vulnerabilità e la gravità dell’evoluzione clinica? Quali sono i più efficaci interventi terapeutici? Come si diffonde Sars-Cov2? E quali sono i più importanti interventi di sanità pubblica? Quali materiali funzionali possono costituire un’efficace barriera ad ampio spettro contro i virus?
  3. Ricerca economica. Qual è stato l’impatto della pandemia sull’economia, sui diversi settori produttivi e sulle aziende? Come cambieranno le filiere produttive, l’organizzazione del lavoro ed i mercati di riferimento? Quali regole e quali interventi sono rilevanti a supporto della ripresa economica e della crescita delle aziende?
  4. Ricerca psicologico/sociale. Quale effetto hanno avuto la pandemia, e le restrizioni sociali sulle relazioni interpersonali? Quali sono età e categorie più sensibili? Quali sono le più efficaci strategie di sostegno psicologico? Quale effetto hanno avuto i cambiamenti sociali sulle politiche di inclusione?

I docenti e le docenti dell’Ateneo saranno invitati a predisporre ed inviare le schede sintetiche dei progetti, che saranno poi valutate da un comitato di selezione presieduto dal rettore. La lista dei progetti ammessi al finanziamento ed il riassunto sintetico dei progetti saranno pubblicati sul sito. Con i primi fondi saranno finanziati 4 assegni di ricerca, finanziando un progetto per ciascun ambito di ricerca. La raccolta fondi continua, e nuovi progetti saranno via via finanziati sulla base della disponibilità di risorse. Qualora un singolo donatore copra l’intero costo di un progetto approvato, la borsa di studio sarà intitolata al donatore o alla donatrice. A questo link il bando per il finanziamento degli assegni di ricerca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento