Guanti e mascherine, al via la massiccia campagna di sensibilizzazione negli esercizi commerciali

Parte la collaborazione tra Comune, AcegasApsAmga e associazioni di categoria rivolta alla corretta raccolta di guanti e mascherine presso i punti vendita e i pubblici esercizi

“Mascherine e guanti: buttali qui”. È questo il messaggio che accompagnerà la speciale campagna di sensibilizzazione attivata di concerto da Comune di Padova, AcegasApsAmga e le principali Associazioni di Categoria del territorio (ASCOM, APPE, CNA, Confesercenti e Confartigianato) con l’obiettivo di promuovere, nella nuova fase di ripartenza, la corretta raccolta di guanti e mascherine presso i punti vendita e i pubblici esercizi. Si tratta di un’iniziativa di collaborazione importante, rivolta a educare cittadini e negozianti alle buone pratiche di gestione dei presidi che accompagneranno la vita di tutti nei prossimi mesi.

Il kit informativo

La campagna, in particolare, comprenderà uno speciale kit informativo distribuito a tutti gli esercizi aperti al pubblico, che dovranno predisporre nei pressi dell’uscita del negozio un contenitore provvisto di doppio sacchetto, in cui i clienti possano eventualmente gettare i presidi non più utilizzati e il cui contenuto andrà poi conferito nel rifiuto secco non riciclabile. Il kit conterrà anche uno speciale adesivo che i negozianti potranno apporre al contenitore per renderlo più visibile ai clienti e, al tempo stesso, coinvolgerli sulla necessità di tenere un comportamento sempre responsabile.

Un problema ambientale e sanitario

Nelle scorse settimane, con il rapido e progressivo impiego di tali dispositivi, in città hanno cominciato purtroppo a verificarsi anche fenomeni di abbandono a terra di guanti e mascherine usati. Il fenomeno non costituisce solo un problema ambientale e di decoro, ma anche sanitario, dal momento che tali oggetti potrebbero, potenzialmente, essere contaminati. Garantire, quindi, un corretto sistema di raccolta di tali presidi, rappresenta un importante obiettivo di tutela della salute e dell’ambiente, verso cui anche i punti vendita e i pubblici esercizi possono fornire un contributo concreto.

Chiara Gallani

“Voglio ringraziare gli esercizi commerciali e le Associazioni di Categoria che sostengono con forza e operativamente la campagna comunicativa dimostrando sensibilità verso un tema che già ora, e nei prossimi mesi, è all’ordine del giorno: il corretto smaltimento dei dispositivi di protezione individuale, guanti e mascherine - dichiara l’Assessore all’Ambiente Chiara Gallani - È molto importante infatti che tali presidi sanitari non vengano abbandonati in terra ma conferiti nell’indifferenziato se pensiamo che – come ha sottolineato l’Ispra pochi giorni fa – da qui a fine anno il sistema italiano dovrà gestire un quantitativo di rifiuti derivanti dall’uso di mascherine e guanti (del peso di pochi grammi ciascuno) compreso tra le 150mila e le 450mila tonnellate. È evidente quindi che scongiurare che tale mole di rifiuti diventi un problema di tutela ambientale e sanitaria deve essere una priorità per tutti, da affrontare di comune accordo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Antonio Bressa

“Smaltire in modo corretto e sicuro mascherine e guanti è assolutamente doveroso- sottolinea l’Assessore alle Attività Produttive Antonio Bressa - e non solo per una questione di decoro e pulizia della nostra città, che in questi giorni ha visto troppi rifiuti di questo genere buttati a terra per strada, ma anche sanitario, perché si tratta di dispositivi potenzialmente contaminati. L’iniziativa avviata con le Associazioni dei Commercianti e AcegasApsAmga, mira a rendere più agevole e pratico lo smaltimento di mascherine e guanti. Un grazie in anticipo ai commercianti e ai pubblici esercenti che parteciperanno a questa campagna di sensibilizzazione e si doteranno dei contenitori specifici per la raccolta e lo smaltimento. Anche questo è un modo per far ripartire la città in modo positivo e sicuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento