Emergenza Covid: ad Albignasego distribuite 11 tonnellate di generi di prima necessità

Il sindaco Filippo Gianti informa che 250 famiglie in difficoltà hanno ricevuto ciascuna una decina di pacchi di prodotti donati dai concittadini

Sono numeri da record quelli legati alla solidarietà ad Albignasego: grazie al progetto solidale “Spesa SOSpesa” i cittadini hanno donato complessivamente 14 tonnellate tra cibo e prodotti per l’infanzia, l’igiene della casa e della persona. Tutto materiale che, acquistato e lasciato nei negozi che hanno aderito all’iniziativa, è stato successivamente trasferito nella sede della protezione civile, dove decine di volontari l’hanno suddiviso e utilizzato per confezionare gli scatolini, distribuiti per ben due volte prima e dopo Pasqua alle duecentocinquanta famiglie in difficoltà che si sono rivolte ai Servizi sociali comunali o che sono state segnalate da Caritas, parrocchie e associazioni, per raggiungere anche chi faceva fatica a chiedere aiuto.

Esigenze di nuclei familiari

«Le 14 tonnellate di alimenti e prodotti raccolti- illustra il sindaco Filippo Giacinti, -sono state suddivise in pacchi calibrati per le esigenze di ogni nucleo familiare, tenendo anche in considerazione l’età dei bambini presenti. Con quanto consegnato in queste due occasioni, le famiglie dovrebbero far fronte alle loro esigenze per qualche settimana. Entro la settimana in corso, invece, saranno distribuiti i buoni spesa, con i quali potranno andare ad acquistare prodotti alimentari e per l’igiene direttamente nei supermercati e nei negozi di vicinato della nostra Città». Il sindaco Filippo Giacinti tira le somme di questa iniziativa di solidarietà, che ha visto coinvolta un’intera comunità solidale, in supporto ai suoi concittadini in questo momento più fragili. «Si è mossa fin dalle prime ore un’immane macchina organizzativa» spiega il sindaco Giacinti, «che ha convogliato in maniera puntuale e precisa il movimento spontaneo legato a quello che abbiamo chiamato progetto “Spesa SOSpesa”, attraverso il quale chi ha potuto, ha donato generi di prima necessità per aiutare i concittadini in difficoltà». L’ottantina di volontari, che si sono resi disponibili tra le associazioni e i singoli cittadini, insieme alla trentina di volontari legati alla Protezione civile, hanno lavorato complessivamente 893 ore per raccogliere i beni donati, confezionarli e distribuirli casa per casa. Il materiale raccolto ammonta, come detto, a 14 tonnellate: 2.400 circa i pacchi confezionati e distribuiti.

I ringraziamenti

«Senza la solidarietà dei cittadini, dei commercianti e l’encomiabile opera dei volontari, da soli non avremmo potuto essere così efficienti, puntuali e veloci e raggiungere in meno di una settimana tutte le persone che sapevamo in emergenza», aggiunge l’assessore al Sociale, Roberta Basana, che ha coordinato tutto il vasto movimento di volontari. «Preziose si sono rivelate le parrocchie, la Caritas, le associazioni del territorio, la nostra Protezione civile comunale. Grazie a tutti loro, di cuore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

distribuzione spesa sospesa albignasego (6)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «La situazione di oggi è sopportabile, quella di domani non lo so»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e nel Veneto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento