Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

«Dateci un futuro!»: il video-appello di parrucchieri ed estetisti

«Dateci un futuro!»: è questo l’appello raccolto dal video girato dagli acconciatori ed estetisti di Confartigianato Imprese Padova, che ritengono incomprensibile e inaccettabile la decisione del Governo di rinviare al primo giugno la riapertura dei loro saloni

«Dateci un futuro!»: è questo l’appello raccolto dal video girato dagli acconciatori ed estetisti di Confartigianato Imprese Padova, che ritengono incomprensibile e inaccettabile la decisione del Governo di rinviare al primo giugno la riapertura dei loro saloni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Perdite

L’Ufficio studi di Confartigianato Imprese Padova ha stimato che, durante il lockdown, i 2.236 saloni di acconciatura ed estetica che operano nella nostra provincia stanno perdendo oltre 16 milioni e 400mila euro. Afferma Ennio Mazzon, Presidente del Sistema di Categoria Acconciatura ed Estetica di Confartigianato Imprese Padova: «Non è più sostenibile questa situazione. Le nostre imprese occupano oltre 4.500 addetti. Come possiamo pensare di riprendere senza subire gravissime conseguenze? Servono alcune misure fondamentali e urgenti: avremo bisogno di deroghe per permettere di aprire i nostri saloni anche nel fine settimana, dal momento che dovremo procedere con aperture contingentate. È poi indispensabile un incremento deciso dei bonus che tenga conto delle gravi conseguenze che subiscono gli operatori del settore. Molti di noi, nonostante abbiano inoltrato la richiesta dei 600 euro, non hanno ancora visto un euro».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Dateci un futuro!»: il video-appello di parrucchieri ed estetisti

PadovaOggi è in caricamento