Attualità

"La cura sei tu, resta a casa": prosegue la campagna social dell'Ulss 6 Euganea

Nell'epoca dei social network due cose funzionano più di tutte: le foto e i messaggi a effetto. E all'Ulss 6 Euganea non solo l'hanno capito, ma l'hanno anche sfruttato per spiegare alla gente cosa fare (e non fare) durante quest'emergenza Coronavirus

Nell'epoca dei social network due cose funzionano più di tutte: le foto e i messaggi a effetto. E all'Ulss 6 Euganea non solo l'hanno capito, ma l'hanno anche sfruttato per spiegare alla gente cosa fare (e non fare) durante quest'emergenza Coronavirus.

La cura sei tu

Basta vedere quanto pubblicato nel weekend sulla propria pagina Facebook per capirlo. Partendo dalla prima foto, con sei infermiere con tanto di cartello che recita "Noi pensiamo a te, tu resta a casa" nonché un messaggio: "L’emergenza Coronavirus ci chiede di rimanere tra le mura domestiche ma ci regala anche un tempo ritrovato, da dedicare a ciò che intorno a noi era rimasto a metà. Quel libro cominciato e mai finito, il cambio dell’armadio al capolinea dell’inverno, le opere di giardinaggio da ultimare prima che fiorisca la primavera… Si dice che non tutto ciò che è male vien per nuocere, neanche quest’inopinata limitazione degli spostamenti per il contenimento del virus. A maggior ragione se rimanendo a casa si protegge la salute di tutti – soprattutto di anziani e immunodepressi – e si evita così di congestionare le corsie degli ospedali, già affollate di pazienti in difficoltà. Rimanendo a casa si tutela se stessi si finisce per difendere anche gli altri". Il tutto termina con una sorta di ordine: "La cura sei tu: resta a casa!". E lo si legge anche in una seconda foto con altre due infermiere in prima linea.

Coronavirus infermiere Ulss 6 Euganea 2-2-2

Regole e ottimismo

Il terzo e ultimo (per ora) "avviso" appare nella mattinata di domenica 15 marzo, con un nuovo messaggio: "Rispetto diligente delle regole di profilassi, misto a un sano e irrinunciabile ottimismo. Il tempo, poi, farà la sua parte e spazzerà via ogni timore residuo. Sono questi i giorni decisivi nello sforzo collettivo per il contenimento del Coronavirus che ci vuole tutti, a vario titolo, impegnati. I sanitari in corsia e nei reparti, a prestare soccorso a quanti hanno contratto l’infezione. Le forze ordine nelle strade e nelle piazze, per i dovuti controlli sul territorio. E i comuni cittadini nelle proprie abitazioni, consapevoli che la salute di tutti dipende questa volta dalla più ligia condotta di ciascuno. Fisicamente distanti, ma nello spirito vicini. Per domare il virus e la paura". Lo avete capito sì o no, che dovete rimanere a casa?

Coronavirus infermiere Ulss 6 Euganea 4-2

Coronavirus infermiere Ulss 6 Euganea 3-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La cura sei tu, resta a casa": prosegue la campagna social dell'Ulss 6 Euganea

PadovaOggi è in caricamento