«La Regione ci dia un Ospedale per le nostre comunità»: la richiesta di 37 sindaci della Bassa

37 sindaci della Bassa Padovana hanno inviato una lettera alla Regione Veneto e all'Ulss 6 Euganea per chiedere urgentemente una «copertura sanitaria nell’area ex Ulss 17»

L'Ospedale di Schiavonia

«La Regione ci dia un Ospedale per le nostre comunità!». Ci aggiungono anche un punto esclamativo, i 37 sindaci della Bassa Padovana firmatari della lettera inviata alla Regione Veneto con oggetto "Richiesta urgente copertura sanitaria nell’area ex Ulss 17".

La lettera

Questo il testo della lettera: «In seguito alle comunicazioni della Regione Veneto e dell’Ulss 6, che destinano completamente gli Ospedali Riuniti di Padova Sud - Schiavonia all’emergenza Covid-19 e al mancato riscontro della richiesta formulata dalla rappresentanza dei Sindaci dell’ex Usl 17 il 18 marzo, protocollo Comune di Monselice n. 0010091,e del successivo sollecito in data 24 marzo, indirizzati al Presidente della Regione Veneto, all’Assessore alla Sanità e Sociale, al Direttore Sanità Veneta, al Direttore Generale ULSS 6 Euganea, al Presidente Conferenza dei Sindaci ULSS 6, senza avere dopo ben 10 giorni alcuna risposta, i sottoscritti Sindaci esprimono le seguenti considerazioni :

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Prendiamo atto dell’emergenza Covid-19 e della prioritaria necessità di salvare vite umane.
  • Precisiamo che la scelta di destinare l’ospedale di Schiavonia a Covid-19 si sta ripercuotendo pesantemente su un bacino d’utenza di 180.000 persone e su un’area che ha già visto la chiusura di ben tre ospedali e che in questo momento si trova privata dell’unico nosocomio di riferimento.
  • Chiediamo che Schiavonia, una volta conclusa l’emergenza Covid 19, rimanga ospedale per acuti per i 180.000 abitanti dell’area, garantendo così le cure appropriate per evitare l’aumento della mortalità legata alle patologie predominanti, quali quella cardiovascolare, oncologica , neurodegenerativa, ecc..
  • Nel frattempo chiediamo che nell’attuale situazione di emergenza si attui con assoluta urgenza almeno l’apertura dell’ex Ospedale di Monselice come possibile alternativa destinata alle patologie preminenti della nostra area, in modo che una parte consistente della popolazione della provincia di Padova, circa 180.000 utenti, non sia ulteriormente discriminata nelle cure e nella copertura sanitaria. Non possiamo non rappresentare con questa richiesta i nostri concittadini che si sentono abbandonati e discriminati.
  • A tal fine evidenziamo che in altre aree della Provincia insistono attivi più ospedali ravvicinati tra loro (Camposampiero, Cittadella, Padova), mentre attualmente la nostra area rimane completamente scoperta, tenendo conto che il territorio dell’ex Ulss17 risulta demograficamente il più anziano.
  • Evidenziamo inoltre, a sostegno delle richieste, che il nostro è il territorio con l’infrastruttura viaria peggiore rispetto al resto del territorio provinciale e questo rende difficoltosi gli spostamenti anche di 80-100 km verso altre strutture, soprattutto in caso di emergenza, creando grande disagio e notevoli rischi per l’impossibile immediatezza degli interventi.
  • Vogliamo precisare con determinazione che nel caso le nostre richieste non siano prese celermente in considerazione, riteniamo che possano essere individuate delle gravi responsabilità delle autorità destinatarie delle nostre istanze per eventuali eventi in danno alla salute dei componenti delle nostre comunità derivanti dalla mancanza di presidi ospedalieri in grado di assicurare tempestività ed adeguatezza delle cure nell’area ex Ussl 17.

I sindaci dei Comuni di Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Barbona, Battaglia Terme, Baone, Borgo Veneto, Candiana, Cartura, Casale di Scodosia, Castelbaldo, Cinto Euganeo, Conselve, Due Carrare, Este, Galzignano Terme, Granze, Lozzo Atestino, Ospedaletto Euganeo, Masi, Megliadino San Vitale, Merlara, Montagnana, Pernumia, Piacenza d’Adige, Ponso, San Pietro Viminario, Sant’Elena, Sant’Urbano, Solesino, Stanghella, Tribano, Urbana, Vighizzolo, Villa Estense».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • «Dov’è la felicità? È molto lontana, è vicino a Padova», il meme diventa virale

  • Tragedia nella Bassa: bimba di un anno e mezzo muore investita dal nonno

  • Frontale tra una Punto e un furgoncino: 17enne padovana perde la vita

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento