«Grazie di cuore a tutti gli operatori sanitari»: l'omaggio dell'Università di Padova

Il Senato Accademico dell'Università di Padova ha cominciato la propria seduta, svoltasi in modalità telematica leggendo un testo di ringraziamento per medici, infermieri, docenti dell'area clinica e specializzandi

«Il Senato Accademico di Padova, nella certezza di interpretare il sentimento dell’intera comunità dell’Ateneo, desidera far giungere il proprio più sincero ringraziamento, la più profonda stima e la più forte solidarietà a tutti i docenti dell’area clinica, alle infermiere e agli infermieri, alle specializzande e agli specializzandi e a tutte le operatrici e agli operatori a qualunque titolo impegnati in prima linea, senza requie e con ogni sforzo, nella battaglia per fornire la massima assistenza e le migliori prestazioni sanitarie a tutti coloro che sono stati colpiti dal Covid-19». Così inizia il testo di ringraziamento con cui il Senato Accademico dell'Università di Padova ha cominciato la propria seduta, svoltasi in modalità telematica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ringraziamento

Prosegue il testo: «A tutti questi operatori va il nostro costante e affettuoso pensiero, nella speranza che in una situazione così complessa possa essere loro di conforto e di sostegno la vicinanza di una intera comunità e la certezza che, pur non potendo essere materialmente presente al loro fianco, essa è in costante ascolto delle loro richieste e pronta ad intervenire, nei limiti delle proprie possibilità, per coadiuvare il loro lavoro. Il Senato Accademico desidera inoltre esprimere la propria gratitudine a tutto il personale dell’Ateneo per lo sforzo profuso per garantire, in questi giorni difficili, la continuità del proprio pubblico servizio nella ricerca, nella didattica e negli uffici, con un plauso particolare al personale tecnico e amministrativo che, con grande professionalità e in tempi brevissimi, ha adeguato a numeri imprevisti strumenti previdentemente già esistenti, consentendo così l’erogazione di una gigantesca mole di lezioni telematiche. In ore difficili per l’intera comunità nazionale, l’Ateneo di Padova continua e continuerà a compiere discretamente i propri doveri nei confronti della collettività, certo che questa sia la strada maestra per dare il proprio contributo al Paese e preparare l’avvento di stagioni migliori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento