Sergio Giordani torna a Palazzo Moroni: «Grazie per la vicinanza, ora lottiamo contro il Covid»

«Nessuno auspica scelte dolorose, ma come sindaco sono sicuramente pronto ad ogni decisione di buon senso che potrà difenderci e difendere Padova»

Questo il messaggio apparso nel primo pomeriggio di martedì 20 ottobre sulla pagina Facebook di Sergio Giordani:

«Sono tornato oggi a Palazzo Moroni. Vi ho spiegato con franchezza la situazione che affronto coi miei cari e torno a ringraziare tutte e tutti per la sincera e commovente vicinanza che ci avete dimostrato. Grazie davvero di cuore. Ora l’impegno per Padova deve continuare, una responsabilità che sento forte particolarmente in questo periodo nel quale la nostra comunità è alle prese con un ritorno dell’onda pandemica che dobbiamo provare a gestire in ogni modo. Per prima cosa ci sarà un attento monitoraggio quotidiano della situazione in città e un continuo confronto con medici, scienziati e autorità sanitarie. In seconda istanza servirà la massima coesione di tutta la comunità, di tutte le Istituzioni e di tutte le categorie. Il momento è molto difficile e decisivo, quindi dobbiamo evitare polemiche e divisioni, sposando la piena consapevolezza che se vogliamo proteggerci tutti servirà agire dove necessario e con tempestività non appena la situazione richiederà nuove scelte. Infine serve davvero la collaborazione di tutti. Abbiamo letto i Dpcm, conosciamo le regole e vanno rispettate in maniera ferrea, ringrazio con l’occasione le forze dell’ordine per il duro lavoro. Al di la di questo però, tutti e da subito possiamo fare qualcosa in più aumentando la prudenza e gli scrupoli nella nostra vita di ogni giorno. Limitare i contatti per quanto possibile, evitare luoghi affollati dove non strettamente necessario. Privarci oggi di qualche elemento di vita quotidiana non essenziale per cercare di dare una sterzata alla curva dei contagi nelle prossime settimane è un segno profondo di responsabilità e buon senso. Se tutti ci sforziamo di fare questo otterremo in cambio benefici impagabili e daremo una mano concreta alla nostra città, che soffrirebbe gravi conseguenza da un nuovo blocco totale. Per vedere benefici a medio termine sono esattamente questi i giorni in cui aumentare la soglia di attenzione e fare qualche sacrificio personale frutto delle nostre libere scelte prima ancora delle restrizioni di legge. Care padovane e cari padovani, nessuno auspica scelte dolorose, ma come Sindaco sono sicuramente pronto ad ogni decisione di buon senso che potrà difenderci e difendere Padova. Tutti noi abbiamo adesso davanti una sfida molto dura. La scelta di vincerla assieme è nelle nostre mani, conto su di voi e ce la faremo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Lutto in questura a Padova: si è spento all'età di 36 anni l'agente delle volanti Michele Lattanzi

  • Coronavirus, Zaia: «Scommettiamo che prima di aprile il virus non se ne andrà?»

  • Violenza in Prato della Valle contro gli agenti di polizia: 4 operatori feriti, 5 arresti

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento