Coronavirus, Giordani: «Situazione monitorata e sotto controllo, ma teniamo altissima l'attenzione»

Afferma il sindaco di Padova: «Per quanto i pochi nuovi casi che ancora vi sono nel territorio siano prevalentemente legati a provenienze extra-Schengen, lo sforzo di tutti e la prudenza di tutti resta un aspetto fondamentale e necessario»

Sergio Giordani

Queste le dichiarazioni rilasciate da Sergio Giordani, sindaco di Padova, in una nota ufficiale:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dopo sforzi enormi, la nostra città è ripartita in una condizione di sicurezza sanitaria, frutto del lavoro senza precedenti di tutta la nostra sanità e dalla collaborazione di tutti i cittadini. Come avevano previsto gli scienziati, a partire da quelli che operano nella nostra Università, ora siamo in una fase delicata, in cui sono possibili focolai e casi isolati che vanno tempestivamente aggrediti e circoscritti. La collaborazione di tutte le istituzioni e il loro coordinamento in questo momento è decisivo per consolidare i risultati raggiunti in termini di contenimento del virus ed è per questa ragione che oggi (giovedì 9 luglio) ho avuto colloqui sia con il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Luciano Flor sia con il direttore dell’Ulss 6 Euganea Domenico Scibetta. Lo ripeto, in questo momento nella nostra città e nel nostro territorio la situazione è monitorata e sotto controllo, Padova è un luogo sicuro e che deve ritrovare una sua normalità anche nella vita sociale pur nell’ambito del più rigoroso rispetto che tutte le iniziative comunali garantiscono rispetto alle normative Covid nazionali e regionali. Questa serenità tuttavia non ci deve far mai dimenticare che la situazione va vista in maniera dinamica, il virus infuria ancora in molti stati del mondo e in un sistema interconnesso questo deve farci tenere altissima la soglia di attenzione anche qui. Per quanto i pochi nuovi casi che ancora vi sono nel territorio siano prevalentemente legati a provenienze extra-Schengen, lo sforzo di tutti e la prudenza di tutti resta un aspetto fondamentale e necessario. La città ha ripreso a vivere e questo è necessario e normale, come ci dicono gli scienziati il tema non è muoversi nella paura ma nella prudenza, per evitare rischi e consentire che eventuali focolai siano circoscritti nel tempo più breve. Padova è oggi un luogo sicuro e accogliente per i cittadini e anche per i turisti ma perché lo resti, impegniamoci tutti ricordando che il virus non è sparito ma è stato domato con gli sforzi di ciascuno di noi. Continuiamo a mantenere una rigorosa igiene delle mani, a portare la mascherina dove necessario, a pulire con cura le superfici, a rispettare le regole. Per fortuna oggi sappiamo più e meglio di febbraio come arginare il problema, ma resta un punto fermo: senza la responsabilità personale di tutti rischiamo passi indietro che non ci possiamo permettere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

  • Clienti nel magazzino per sniffare cocaina tra una portata e l'altra: ristoratore in manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento