Giordani: «Controlli capillari di forze dell'ordine e protezione civile in città anche di notte»

«Da stanotte anche due squadre della nostra Protezione Civile faranno un’attività di osservazione dinamica della città con due mezzi, pronte a segnalare a chi di competenza ogni situazione critica o di rischio per la cittadinanza»

«Anzitutto rinnovo a tutti i padovani l'appello a tenere duro, stare in casa il più possibile, attenersi in maniera totale alle indicazioni fornite e che stiamo diffondendo in ogni modo. Il fatto che le nostre terapie intensive per ora stiano reggendo l'urto è un vantaggio che ci é concesso e i nostri sforzi sono decisivi per consentire alla Regione, al Governo e alle autorità sanitarie di guadagnare tempo prezioso per predisporre piani straordinari di potenziamento. Non dobbiamo sfidare la sorte in maniera sciocca, siate prudenti e collaboriamo tutti assieme per superare questa situazione: è l'unica modalità che ci è concessa, non ci sono piani B, il virus o lo sconfiggeremo tutti uniti o sarà per tutti un disastro. Continuano da giorni, e anche in queste ore, i lavori serrati di igienizzazione con disinfettanti specifici delle strade e delle aree pedonali e domani forniremo un report completo e una programmazione perché arriveremo man mano in tutti i quartieri della città». Sergio Giordani, fa il punto sull'emergenza Coronavirus con tanto di nuovo appello iniziale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicurezza

Il sindaco poi aggiunge: «Questa situazione di emergenza pone la città davanti a nuove esigenze sulle quali, come sindaco provo a dare risposte con la Giunta. Una di queste situazioni inedite è che la città la sera e la notte è totalmente deserta perché tutti i padovani rispettano le indicazioni: uno scenario mai visto che ha anche dei rischi. Sotto l'aspetto sicurezza ho chiesto al Prefetto, pur nell'emergenza, di garantire un controllo capillare in concerto con Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza che tutti dobbiamo ringraziare profondamente per gli sforzi straordinari che stanno facendo. Anche la nostra polizia locale tutte le notti svolge un'attività in centro e nei quartieri di sorveglianza molto attenta e capillare. A tutti gli agenti della nostra Polizia Locale va il mio grande ringraziamento per il lavoro che stanno facendo in favore della cittadinanza in condizioni di contesto assolutamente non semplici. Ma non è solo sulla sicurezza in senso stretto l'aspetto sotto il quale la città risulta essere più vulnerabile con le strade totalmente deserte. È una condizione dove con meno occhi di cittadini che osservano nelle ore notturne si possono produrre rischi di vario tipo  legati a qualsiasi anomalia o criticità. La caduta di un albero, un malore improvviso, un principio di incendio, problemi ad impianti di pubblica utilità: sono molte le situazioni di rischio che possono crearsi e non essere rilevate da nessuno. Ecco perché, da stanotte, anche due squadre della nostra Protezione Civile, faranno un’attività di osservazione dinamica della città con due mezzi, pronte a segnalare a chi di competenza ogni situazione critica o di rischio per la cittadinanza. Uno sforzo consistente che si aggiunge all'incessante attività d’informazione capillare della cittadinanza durante il giorno e per questo anche a tutti i nostri volontari di Protezione civile voglio rivolgere un ringraziamento perché capiscono la situazione straordinaria e stanno dando un grande aiuto alla comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento