Servizi online gratis a cittadini e imprese in "zona rossa": nasce Solidarietà Digitale

L’iniziativa, promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione con il supporto tecnico di AgID, ha l’obiettivo di ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni a causa del Coronavirus

Nasce Solidarietà Digitale: l’iniziativa, promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione con il supporto tecnico di AgID, ha l’obiettivo di ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni a causa del Coronavirus, rendendo disponibili gratuitamente a cittadini e imprese una serie di servizi che consentono di:

  • Lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • Leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • Restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR.

L'elenco dei servizi

L’elenco dei servizi è consultabile online a questo link: a dare la propria adesione anche Amazon e Amazon Prime, i gruppi editoriali Mondadori e Gedi, gli operatori telefonici Tim, Vodafone e Fastweb e molti altri. Le soluzioni sono messe a disposizione da imprese, privati e associazioni e sono rivolte a tutti coloro che risiedono nelle aree rosse colpite dal contagio del Covid19. Già diverse aziende hanno aderito all’iniziativa e qualsiasi altra potrà unirsi rendendo fruibili gratuitamente i propri servizi internet ai cittadini delle zone rosse. Per aderire basta scrivere una mail a repubblicadigitale@teamdigitale.governo.it  fornendo le informazioni richieste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Facilitazioni per ottenere Spid

Grazie all’azione di coordinamento di AgID, i 5 Identity Provider che forniscono le modalità di riconoscimento via webcam a pagamento, hanno messo a disposizione tale modalità in forma gratuita (aggiungendosi agli IDP che già forniscono questo servizio) per gli utenti che si trovano nelle zone rosse. L’obiettivo è facilitare le persone che si trovano in quarantena a fruire online dei servizi della PA e dei privati aderenti attraverso SPID. Oltre al riconoscimento via webcam, gli utenti possono richiedere SPID gratuitamente se sono già in possesso di firma digitale, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS). Le informazioni sullo Spid e su come richiederlo sono disponibili a questo link.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento