Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Servizi online gratis a cittadini e imprese in "zona rossa": nasce Solidarietà Digitale

L’iniziativa, promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione con il supporto tecnico di AgID, ha l’obiettivo di ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni a causa del Coronavirus

Nasce Solidarietà Digitale: l’iniziativa, promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione con il supporto tecnico di AgID, ha l’obiettivo di ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni a causa del Coronavirus, rendendo disponibili gratuitamente a cittadini e imprese una serie di servizi che consentono di:

  • Lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • Leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • Restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR.

L'elenco dei servizi

L’elenco dei servizi è consultabile online a questo link: a dare la propria adesione anche Amazon e Amazon Prime, i gruppi editoriali Mondadori e Gedi, gli operatori telefonici Tim, Vodafone e Fastweb e molti altri. Le soluzioni sono messe a disposizione da imprese, privati e associazioni e sono rivolte a tutti coloro che risiedono nelle aree rosse colpite dal contagio del Covid19. Già diverse aziende hanno aderito all’iniziativa e qualsiasi altra potrà unirsi rendendo fruibili gratuitamente i propri servizi internet ai cittadini delle zone rosse. Per aderire basta scrivere una mail a repubblicadigitale@teamdigitale.governo.it  fornendo le informazioni richieste.

Facilitazioni per ottenere Spid

Grazie all’azione di coordinamento di AgID, i 5 Identity Provider che forniscono le modalità di riconoscimento via webcam a pagamento, hanno messo a disposizione tale modalità in forma gratuita (aggiungendosi agli IDP che già forniscono questo servizio) per gli utenti che si trovano nelle zone rosse. L’obiettivo è facilitare le persone che si trovano in quarantena a fruire online dei servizi della PA e dei privati aderenti attraverso SPID. Oltre al riconoscimento via webcam, gli utenti possono richiedere SPID gratuitamente se sono già in possesso di firma digitale, carta d’identita? elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS). Le informazioni sullo Spid e su come richiederlo sono disponibili a questo link.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi online gratis a cittadini e imprese in "zona rossa": nasce Solidarietà Digitale

PadovaOggi è in caricamento