Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità Arcella / Via Tommaso Temanza

Tampone volontario per chi rientra dalla Sardegna, ecco dove e quando effettuarlo gratuitamente

I cittadini residenti nel territorio dell’Ulss 6 Euganea e di rientro dalla Sardegna possono sottoporsi al tampone senza obbligo di prenotazione e senza necessità di prescrizione da parte del proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta in una delle cinque sedi di raccolta

Secondo quanto stabilito dall’Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 92 del 27 agosto, i soggetti che dal 28 agosto al 6 settembre fanno ingresso, con un qualsiasi mezzo di trasporto, nel territorio della Regione del Veneto e che nei 14 giorni precedenti sono transitati o hanno soggiornato in Sardegna, possono richiedere volontariamente e gratuitamente l’esecuzione del tampone oro-faringeo.

Tamponi

I cittadini residenti nel territorio dell’Ulss 6 Euganea e di rientro dalla Sardegna possono sottoporsi al tampone senza obbligo di prenotazione e senza necessità di prescrizione da parte del proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta in una delle seguenti cinque sedi di raccolta, attive sette giorni su sette (da lunedì a domenica compresa), nella fascia oraria 7.00-13.00:

  • Distretto Padova Bacchiglione, Via Temanza 1, Padova
  • Distretto Terme Colli, Via Spinelli 1, Rubano
  • Distretto Padova Piovese, Via San Rocco 8, Piove di Sacco
  • Distretto Alta Padovana, Via Cao del Mondo 1, Camposampiero
  • Distretto Padova Sud, Via Marconi 19, Monselice

Sarà sufficiente presentarsi in uno dei cinque punti raccolta tamponi e sottoscrivere un’autodichiarazione che attesti il proprio rientro dalla Sardegna a partire dal 28 agosto. Il cittadino potrà inoltre scegliere la modalità di ricezione dell’esito del tampone: via mail oppure tramite sms. Durante l’attesa dell'esito del test, il soggetto rientrato dalla Sardegna non è sottoposto a isolamento domiciliare fiduciario, ma può riprendere la vita di comunità nel rispetto di tutte le raccomandazioni igienico-comportamentali finalizzate alla prevenzione della diffusione del Coronavirus. In caso di esito positivo del tampone, il soggetto si colloca immediatamente in isolamento fiduciario. Tutti i cittadini sottoposti allo screening, in considerazione del periodo di incubazione che può arrivare fino a 14 giorni, anche in caso di esito negativo del test, sono obbligati al rispetto delle raccomandazioni igienico-comportamentali generali, con particolare riferimento al rigoroso mantenimento del distanziamento interpersonale, all'utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie quando prevista e alla frequente igiene delle mani.

Dati

La campagna di screening volontaria a mezzo tampone per i soggetti che rientrano dalla Sardegna si aggiunge alla campagna obbligatoria e già in corso per i cittadini in rientro da Croazia, Grecia, Spagna e Malta (a partire dal 22 agosto, il tampone è invece raccomandato per gli ingressi dalla Francia Meridionale - Dipartimento Hérault). Dal 15 agosto, giorno di avvio della campagna di screening per i soggetti rientranti da questi quattro Paesi esteri a rischio, sono stati effettuati 7.105 tamponi (per il 79% a cittadini di rientro da Croazia, 11% da Spagna, 9% da Grecia e 1% da Malta) per un totale di 44 vacanzieri risultati positivi. In questa fase, sono già stati rilevati anche 21 residenti nel territorio dell’Ulss 6 Euganea risultati positivi al tampone al rientro dalla Sardegna. Rimane inoltre in corso la campagna di screening a mezzo test sierologico rapido rivolta al personale scolastico, secondo le modalità indicate nel sito internet www.aulss6.veneto.it dell’Ulss 6 Euganea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tampone volontario per chi rientra dalla Sardegna, ecco dove e quando effettuarlo gratuitamente

PadovaOggi è in caricamento