Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità Fiera / Via Antonio Gramsci

Lavorare al tempo del Coronavirus: i tatuatori e le precauzioni in ambienti già sterilizzati

Crolla la voglia di tatuarsi. Fabio titolare di Black Bell Tattoo a Cadoneghe ci racconta di come lavora quotidianamente con la necessità di un ambiente sterilizzato e facendo attenzione alla pulizia e alla sanificazione

Le drastiche misure adottate dal Governo e dalla Regione per l'emergenza Coronavirus stanno avendo ripercussioni in quasi tutti i settori produttivi. La psicosi ha colpito anche gli amanti dei tatuaggi che hanno disdetto appuntamenti o chiesto di rimandarli alle prossime settimane. Padovaoggi è andata a trovare un professionista del settore, Fabio, titolare padovano dello studio Black Bell Tattoo di via Gramsci a Cadoneghe, che spiega come lavora quotidianamente tra ambienti sterilizzati, aghi monouso e necessità di igiene per tutelare la clientela non solo in questi giorni caotici

La sterilizzazione alla fonte e l'apertura degli aghi davanti al cliente è fondamentale come lo smaltimento di tutti gli strumenti monouso. Come si vede nella foto i tatuatori usano prodotti specifici per l'igiene e la pulizia non solo durante l'emergenza ma tutto l'anno.

Black Bell Tattoo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavorare al tempo del Coronavirus: i tatuatori e le precauzioni in ambienti già sterilizzati

PadovaOggi è in caricamento