Attualità

Coronavirus, messo a punto dall'Università di Padova il test per rilevarne la presenza

Nel laboratorio di virologia, che fa parte di una rete di laboratori europei per le emergenze dei cosiddetti “virus da importazione” quali ad esempio nel recente passato West Nile e Dengue

Un nuovo clamoroso risultato raggiunto grazie alla ricerca: nel laboratorio di virologia dell'Università di Padova è stato messo a punto il test per rilevare la presenza del Coronavirus

Coronavirus

Il Laboratorio di Virologia dell’Università di Padova fa parte di una rete di laboratori europei per le emergenze dei cosiddetti “virus da importazione” quali ad esempio nel recente passato West Nile e Dengue. Nel caso del Coronavirus il Laboratorio di Padova ha applicato la procedura raccomandata dall’OMS e si sono immediatamente messe in atto le tecniche già definite nell’ambito della rete dei laboratori europei per i virus emergenti, come si vede nel lavoro "Detection of 2019 novel Coronavirus (2019-nCoV) by real-time RT.PCR", una tecnica messa a punto da Christian Drosten, Charité - Universitätsmedizin Berlin Institute of Virology, Berlin - pubblicato il 23 gennaio su www.eurosurveillance.org, dove appare l’evidente parentela col virus Sars. L’équipe del professor Andrea Crisanti ha quindi applicato la metodologia descritta nell’articolo pubblicato sulla rivista sopra citata, e già da lunedì 3 febbraio è possibile eseguire il test su casi sospetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, messo a punto dall'Università di Padova il test per rilevarne la presenza

PadovaOggi è in caricamento