Attualità

Nessun nuovo contagio in Veneto, Crisanti: «Risultato prezioso, ora va conservato»

«Il risultato di un lavoro che ha visto in prima linea la Regione, l'Università di Padova e l'Azienda Ospedale di Padova. È la dimostrazione che il modello veneto funziona: alla fine l'intuizione di cercare gli asintomatici ha pagato»

«Il risultato di un lavoro che ha visto in prima linea la Regione, l'Università di Padova e l'Azienda Ospedale di Padova»: con queste parole - rilasciate all'Ansa - il professor Andrea Crisanti commenta il dato riportato dall'ultimo bollettino regionale sul Coronavirus e relativo all'assenza di nuove positività in tutto il Veneto.

Andrea Crisanti

Il direttore di Microbiologia e Virologia dell'Università di Padova quindi aggiunge: «Il merito va a tutte le persone che hanno lavorato giorno e notte per questo scopo: alla fine l'intuizione di cercare gli asintomatici ha pagato. È la dimostrazione che il modello veneto funziona: lo "zero" è un bene prezioso da conservare, ottenuto grazie a chi ha rispettato le regole e seguito le precauzioni messe in atto per il contenimento dei contagi. Ora confido che questo importante traguardo non vada perso».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun nuovo contagio in Veneto, Crisanti: «Risultato prezioso, ora va conservato»

PadovaOggi è in caricamento