Attualità

Cortei No Vax, il prefetto Grassi: «Abbassiamo tutti i toni»

Oggi si è riunito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dopo l'ultimo sabato di manifestazioni che ha fatto infuriare i commercianti. La Prefettura: «La gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica va affrontata trovando punti di equilibrio e non ragioni di scontro, ed è proprio quello che stiamo facendo con la mediazione e il costante confronto con i manifestanti»

Altro cambio di percorso per i manifestanti del sabato pomeriggio contrari a vaccini e Green Pass. Il decimo corteo consecutivo previsto per sabato prossimo partirà ancora dalla stazione, ma non terminerà in piazza Mazzini come l'ultima volta. Dalla Questura però c'è il massimo riserbo sul tragitto, per evitare che ci possano essere "agguati" nei confronti di chi sabato riempirà nuovamente le strade per protestare contro le decisioni del Governo per gestire la pandemia. Oggi 21 settembre si è riunito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato dal prefetto Raffaele Grassi, alla quale hanno partecipato, come di consueto, i vertici delle Forze di polizia, il Presidente della Provincia, l’Assessore alla sicurezza del Comune di Padova e i rappresentanti delle associazioni Ascom, Confcommercio, Confesercenti, Appe e Associazione Commercianti del centro. Grassi ha chiesto a tutti di abbassare i toni, invitando anche i commercianti a non generare troppe polemiche, nella convinzione che queste possano fare solo il gioco dei manifestanti e non della soluzione ai loro problemi. Anche perché quello che carica i manifestanti e li esorta ad insistere è proprio la visibilità.

La nota della Prefettura

«Un costante e proficuo dialogo con i promotori delle iniziative ha consentito di individuare, in progressione, percorsi differenziati che tenessero conto dei diversi interessi in gioco: il diritto a manifestare civilmente, il diritto al lavoro dei commercianti, che vengono da un periodo di grande difficoltà, e il diritto alla libera circolazione di tutti i cittadini» si legge in una nota della Prefettura «e nel corso della riunione si è preso atto dei sensibili disagi connessi allo svolgimento delle manifestazioni, e si è convenuto di ricercare soluzioni che consentano di ridurre al minimo le criticità prospettate, rimettendo al tavolo tecnico del Questore gli opportuni interventi».

Tavolo aperto

«Nondimeno la delicatezza e complessità della vicenda hanno indotto il Prefetto ad assicurare l’istituzione di un tavolo aperto alla partecipazione dei rappresentanti dei commercianti per individuare le giuste soluzioni da mettere sul campo, fondate sul buon senso e sull’equilibrio che devono ispirare ogni strategia in materia di mantenimento dell’ordine e della sicurezza democratica del Paese» si legge ancora

Grassi

Questa la dichiarazione del Prefetto Grassi al termine della riunione: «Ringrazio i rappresentanti del mondo del commercio che oggi hanno voluto condividere, in sede di Comitato, importanti riflessioni sulle manifestazioni in corso, delle quali teniamo debito conto nella definizione di dispositivi che possano contemperare i diversi diritti costituzionali in gioco. L’apertura di un tavolo specifico dedicato alla problematica intende costruire assieme il bene della “sicurezza”, consentendo di meglio orientare i relativi servizi di ordine pubblico. E’ di tutta evidenza che la gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica va affrontata trovando punti di equilibrio e non ragioni di scontro, ed è proprio quello che stiamo facendo con la mediazione e il costante confronto con i manifestanti. Gli incontri che si sono succeduti in occasione dei diversi Comitati provinciali hanno, intanto, prodotto la delocalizzazione delle manifestazioni dal centro cittadino. Ora si stanno mettendo a fuoco dispositivi specifici per attenuare i disagi del traffico veicolare sui percorsi stabiliti. Solo il dialogo e il contemperamento delle opposte visioni su tematiche divisive possono assicurare la pacifica convivenza di soggetti portatori di interessi diversi. Sono certo che tutti i soggetti coinvolti sapranno cogliere appieno i contenuti di quanto evidenziato ed abbassare i toni della discussione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortei No Vax, il prefetto Grassi: «Abbassiamo tutti i toni»

PadovaOggi è in caricamento