Covid: il Lions Club di Piove dona dispositivi medici all'ospedale per 30mila euro

A questa iniziativa si sono aggiunte le donazioni di centinaia di mascherine chirurgiche, mascherine e 10 saturimetri che sono stati recapitati, anche durante il periodo di lockdown

“Noi serviamo” è da sempre il motto dei Lions. E mai come in questa fase mettersi a disposizione della società si è rivelato prezioso. Così, durante il periodo di emergenza legato al Covid-19 il Lions Club di Piove di Sacco, presieduto dall’avvocato Monica Ceravolo, ha organizzato e coordinato attraverso la Fondazione distrettuale del Lions Club un service consistito nella donazione di due importanti dispositivi medici, un ventilatore da trasporto e un particolare sistema di laringoscopio per le intubazioni difficili (GlideScope) all’ospedale locale.

Donazioni significative

«Queste donazioni importanti, del valore di quasi 30 mila euro, sono state possibili soltanto grazie all’apporto straordinario di fondi da parte dei soci e di sostenitori esterni, e grazie al coordinamento del dottor Paolo Boscolo Chio, Vice Presidente del Club e medico ospedaliero, e del dottor Girolamo Amodeo, Past President e segretario della Fondazione distrettuale», sottolinea la Presidente Ceravolo. La consegna materiale del laringoscopio è avvenuta lo scorso fine settimana e il dispositivo è quindi finalmente in uso all’Ospedale di Piove di Sacco. Il ventilatore sarà invece consegnato nei prossimi giorni. A questa iniziativa si sono aggiunte le donazioni di centinaia di mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 e 10 saturimetri che sono stati recapitati, anche durante il periodo di lockdown, a chi ne aveva necessità: oltre all’Ospedale di Piove di Sacco, al Centro La Magnolia, che fa assistenza a persone con disabilità, e al Distretto ospedaliero per l’assistenza a domicilio dei pazienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli sforzi

«Temevo che la mia annata di presidenza si fosse conclusa con molto anticipo», confessa l’avvocato Ceravolo. «Ma adesso so che questo service sarà invece per il nostro Club il risultato più straordinario di quest’anno. Lo sforzo economico si prospettava molto al di sopra delle nostre possibilità, abbiamo però deciso di aprire una sottoscrizione straordinaria fra i soci, che ha dato frutti veramente insperati. Le iniziative di servizio del Lions Club di Piove di Sacco non si fermano qui, ed anzi ci stiamo rimboccando le maniche per rispondere alle nuove emergenze dettate dalla pandemia: chi vuole fare qualcosa per dare un aiuto concreto sappia che ci proponiamo di essere un punto di riferimento ed un sostegno per la nostra comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • Crisanti lascia Padova e va allo Spallanzani

  • BEƎ: sui colli Euganei una struttura mobile per vivere esperienze uniche

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento