rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Le Cucine economiche popolari compiono 140 anni: l'incontro alla Camera di Commercio

Afferma il presidente della Camera di Commercio Antonio Santocono: «Da 140 anni Padova e il territorio tutto beneficiano di un presidio sociale importante e di un'eccellenza che ha saputo contribuire, grazie alle politiche per l'inclusività e alla cura della comunità, un elemento essenziale di coesione sociale e di conseguenza economica»

«Quello tra le Cucine economiche popolari e la città è un legame storico. Da 140 anni Padova e il territorio tutto beneficiano di un presidio sociale importante e di un'eccellenza che ha saputo contribuire, grazie alle politiche per l'inclusività e alla cura della comunità, un elemento essenziale di coesione sociale e di conseguenza economica»: così il presidente della Camera di Commercio di Padova, Antonio Santocono, ha salutato gli ospiti dell’incontro Bilancio sociale e volontariato d’impresa tenutosi, questa mattina, nella sede della CCIAA e durante il quale la Fondazione Nervo Pasini che gestisce le cucine economiche popolari (CEP) della città, ha presentato il bilancio sociale 2021.

Cucine economiche popolari

Santocono ha poi proseguito: «La Camera di Commercio, nella sua attività istituzionale di promozione dello sviluppo economico, favorisce da sempre la collaborazione attiva tra imprese, istituzioni e terzo settore in quanto funzionale al benessere della comunità tutta e il bilancio sociale della Fondazione, che oggi presentiamo, evidenzia proprio le conseguenze benefiche delle attività della stessa sull’economia locale come sugli stakeholders delle attività delle nostre imprese. Stiamo lavorando perché si diffonda, tra le nostre pmi, maggiore consapevolezza delle ricadute in termini etici delle proprie attività e dell’importanza della responsabilità sociale d’impresa sia per lo sviluppo della propria attività che per la possibilità di restituire alla società civile una parte del valore che ricava dal proprio business. Nel nostro territorio, già riconosciuto Capitale europea del volontariato nel 2020, ci sono interessanti casi di imprese che hanno scelto di sviluppare il percorso del volontariato d'impresa e noi stessi come Ente ci stiamo organizzando per intraprendere lo stesso percorso. In un contesto come quello attuale, per assicurare lo sviluppo economico di un territorio, con le categorie economiche, le istituzioni e il mondo del terzo settore dobbiamo operare in un’ottica di progettazione partecipata che consenta di programmare interventi strutturali capaci di garantire sostenibilità, inclusività e crescita diffusa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Cucine economiche popolari compiono 140 anni: l'incontro alla Camera di Commercio

PadovaOggi è in caricamento