rotate-mobile
Attualità Torreglia

Colli e Bassa Padovana, la grandine di inizio settimana rischia di mettere ko i vitigni bianchi

A causa della grandinata molti viticoltori hanno deciso di anticipare la raccolta delle stesse uve, su tutte quella della varietà glera

Una grandinata, con chicchi grossi come noci, si è abbattuta lunedì 30 agosto intorno alle ore 19 - per una durata di 5 minuti - a Torreglia, Zovon, Boccon, Bagnara, Faedo, Valnogaredo Alta e Monselice (colpita, in particolare, la località Monticelli). Stando alle prime valutazioni dei danni da parte dei tecnici della Cia negli appezzamenti agricoli interessati fra vitigni e mais si stimano perdite di oltre 10 milioni di euro in tutta la provincia, considerate pure le gelate tardive del 7 e 8 aprile scorsi, le grandinate di luglio e la persistente siccità fra la prima e la seconda decade di agosto.

Grandine

Come sottolineano da Cia Padova «È stata una stagione decisamente complicata, come se già non bastassero gli effetti negativi del covid sulla filiera agroalimentare. Quest’ennesima grandinata che ha interessato l’area dei Colli Euganei e del Monselicense, come al solito a macchia di leopardo, potrebbe compromettere in maniera irreversibile la vendemmia delle uve bianche, che proprio in questi giorni è in fase di avvio». A causa della “tempesta perfetta” molti viticoltori hanno deciso di anticipare la raccolta delle stesse uve, su tutte quella della varietà glera. Puntualizza Maurizio Antonini, direttore di Cia Padova: «In una notte hanno dovuto stravolgere i loro piani. L’acino non è ancora pienamente maturo, ma non potevano fare altrimenti perché aspettando troppo il rischio è che marcisca l’intero grappolo. Non ci voleva, proprio nel momento clou della vendemmia. L’agricoltura, oggi più che mai, si è trasformata in un’attività rischiosa, nonostante rimanga strategica per la collettività. I mutamenti climatici, con eventi meteo estremi, hanno cambiato lo scenario anche solo rispetto a dieci-quindici anni fa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colli e Bassa Padovana, la grandine di inizio settimana rischia di mettere ko i vitigni bianchi

PadovaOggi è in caricamento