Abuso edilizio, in corso la demolizione di una palazzina all'Arcella

«Siamo di fronte al primo abbattimento di questa portata realizzato nel Comune di Padova. Non vogliamo infatti che siano tollerati scempi, dove involucri vuoti e fatiscenti compromettono il decoro dei quartieri e creano condizioni di sporcizia e insicurezza»

La palazzina che sta per essere completamente abbattuta

Lavori in corso all’Arcella, in via Palladio 8 bis, dove è in corso l’abbattimento ad opera del Comune di una importante porzione di palazzina realizzata senza rispettare la normativa edilizia e ancora allo stato grezzo.

Bressa palazzina abbattuta-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Demolizione

Afferma Antonio Bressa, assessore all’edilizia privata: «Siamo di fronte al primo abbattimento di questa portata realizzato nel Comune di Padova. Non vogliamo infatti che siano tollerati scempi, dove involucri vuoti e fatiscenti compromettono il decoro dei quartieri e creano condizioni di sporcizia e insicurezza. Per questo abbiamo ora finalizzato con il Settore Edilizia Privata quanto già predisposto da Arturo Lorenzoni e cioè un intervento di demolizione per abbattere quanto costruito abusivamente. Per i cittadini della zona, che per anni hanno sopportato questa ingombrante presenza, è stato un sollievo vedere in azione i martelli pneumatici. Con la stessa determinazione agiremo lì dove situazioni illegittime compromettano l’aspetto della nostra città e pregiudichino il nostro territorio». Aggiunge Arturo Lorenzoni, già vicesindaco di Padova con delega anche all’edilizia privata ed attualmente candidato alla presidenza della Regione Veneto: «Ringrazio Antonio Bressa che ha portato a termine questo procedimento amministrativo che ho fortemente voluto. È bene che tutti siamo consapevoli che le regole devono essere rispettate perché questo tutela la libertà di ciascuno di noi». L’esecuzione coattiva dei lavori di demolizione attualmente in corso si è resa necessaria per la mancata ottemperanza delle ordinanze emesse dai Settori Edilizia Privata prot. 160229 del 10.05.2017 e Polizia Locale e Protezione Civile prot. 376633 del 4.10.2018, ordinanze che nonostante diversi solleciti, sono rimaste inevase da parte della ditta proprietaria dell'immobile che aveva realizzato la sopraelevazione di due piani del fabbricato preesistente, sito in Via Palladio 8-bis, in violazione della normativa sulle distanze di cui al DM 1444/1968. L’abbattimento riguarda il terzo e quarto piano dell’edificio. I lavori, iniziati dopo Ferragosto, costeranno circa 57.400 euro e si concluderanno nel mese di settembre. L’importo verrà quindi messo a carico della ditta responsabile dell’abuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento