Attualità

Il neopresidente Riccardo Masin risponde al gruppo Meraviglie Euganee: «Siamo per la massima collaborazione»

«L’obiettivo comune - continua Masin - è una pronta ripresa ai danni portati dalla pandemia all’economia dei Colli Euganei»

Rispondono con gratitudine e confermando la massima disponibilità alla collaborazione il neopresidente del Parco Regionale dei Colli Euganei, Riccardo Masin, e il vicepresidente, Antonio Scarabello, alla lettera che il gruppo “Meraviglie Euganee” ha inviato all’Ente per le congratulazioni della fresca nomina.

«Le associazioni, così preziose per il nostro territorio»

«Mi fa piacere – spiega il Presidente - che le associazioni, così preziose per il nostro territorio, si siano già messe in contatto con me e con il Vicepresidente per gettare le basi di una nuova e proficua collaborazione per il bene del Parco. Sono convinto anch’io che non ci sia un minuto da perdere e che le cose da fare siano talmente tante e tanto importanti che uno speco di tempo significherebbe un danno per il nostro territorio. Soprattutto i settori culturale e della visitazione, di cui gruppo “Meraviglie Euganee” è il riferimento, essendo costituito dai gestori di musei, ville venete, castelli, parchi, giardini storici e dagli operatori dei servizi specializzati collegati come le agenzie di viaggio o le strutture ricettive e produttive, sono di sicuro quelli che hanno pagato di più le conseguenze create dell’epidemia senza avere gli adeguati ristori e che quindi serva davvero una pronta ripresa. Una ripresa che possa mettere al centro della proposta economica sempre di più spesso le nostre Meraviglie Euganee, nell’insieme delle eccellenze artistiche, culturali e naturali che nel tempo stanno dimostrando essere pilastri robusti su cui costruire una nuova offerta turistica, una convinta adesione ad uno stile di vita sano e gli elementi che qualificano le nostre produzioni e dunque una nuova economia».  

La riconferma del vicepresidente Antonio Scarabello

Un impegno sottoscritto anche dal vicepresidente Antonio Scarabello, riconfermato ai vertici dell’Ente per continuare con lo stesso impegno le tante iniziative intraprese nell’ultimo biennio dopo il lungo commissariamento.

Colli Euganei-7

Dialogo e ascolto

«Lo spirito – spiega – rimarrà quello di ascolto e del più aperto dialogo con tutti i protagonisti dell’area del Parco per condividere finalità e obiettivi. E dunque davvero con piacere ci rendiamo disponibili, come ci è stato richiesto, ad allargare la presenza degli esponenti di Meraviglie Euganee alle riunioni allargate alla consulta in modo da facilitare la collaborazione. Personalmente ritengo che il Parco abbia un ruolo fondamentale nel creare sinergie e armonie nei settori trainanti l’economia euganea, penso ad un turismo che sappia sempre più caratterizzarsi attraverso il tema della salute e del relax coinvolgendo anche i valori rurali degli Euganei e un’agricoltura che possa servirsi sempre più del turismo per trovare un mercato alle proprie produzioni. E ovviamente il tutto si deve tenere all’interno di una grande cornice come quella della sostenibilità ambientale e del rispetto per il territorio. Abbiamo esempi virtuosi in tal senso da parte dell’agricoltura e del turismo. Entrambe, per qualificare la loro offerta, fanno leva sulla salute del nostro paesaggio, del resto qui la superficie agricola convertita a colture bio è la più alta dell’intera regione, ed è sicuramente questa la direzione sulla quale proseguire».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il neopresidente Riccardo Masin risponde al gruppo Meraviglie Euganee: «Siamo per la massima collaborazione»

PadovaOggi è in caricamento