rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Rubano

Cambio al vertice della direzione sanitaria dell'Opsa: Rossato subentra a Vignali

Nel 1993 entra all’Opsa come assistente medico, quindi aiuto medico e dal 2007 è responsabile del servizio medico. All’Opsa in questi anni si è occupato di attività cliniche, specialistiche e formative

Passaggio di testimone all’Opera della Provvidenza S. Antonio di Sarmeola di Rubano: da oggi, mercoledì 1 dicembre, infatti, il nuovo direttore sanitario è Domenico Rossato, che già opera nella struttura dal 1993 e continuerà anche a mantenere la direzione clinica. 

Il direttore sanitario

Rossato subentra a Emanuele Vignali, classe 1956, una laurea in medicina  e un diploma post universitario per la formazione di operatori sanitari, che dopo una lunga attività lavorativa all’Opsa a servizio degli ospiti, prima come medico (1984-2000) e poi per oltre vent’anni come direttore sanitario, va in pensione. A darne notizia nei giorni scorsi al personale dell’Opera della Provvidenza è stato il direttore generale monsignor Roberto Bevilacqua, che ha ringraziato il dottor Vignali per l’impegno, per molti versi “pionieristico” specie sul fronte dalla trasformazione dei servizi, di questi anni: «Ricordiamo innanzitutto il suo impegno, sia personale sia come direttore sanitario dell’Opera della Provvidenza, nel condurre il processo lungo e faticoso di definizione e inserimento organico dell’Opera nella rete dei servizi sociosanitari alla disabilità e all’anziano». Al dottor Vignali si devono anche: il ridisegno dell’area disabili in Residenza sanitaria assistenziale (Rsa) e Centro di riferimento per gravi disabilità (Crgd), in linea con il piano regionale di trasformazione delle “grandi strutture”; l’attivazione e l’implementazione dei Centri servizi per anziani non autosufficienti (Casa Madre Teresa di Calcutta, con centro residenziale e due centri diurni; Centro servizi Casa San Massimiliano Kolbe; Centro servizi Casa mons. Girolamo Bortignon);  l’attivazione del Poliambulatorio, centro servizio di prestazioni ambulatoriali aperto anche ai disabili esterni, con accreditamento regionale. Senza dimenticare l’attivazione e l’implementazione dei servizi educativo, riabilitativo e di psicologia. Contemporaneamente il dott. Vignali, per le sue competenze, è stato presente nei tavoli tecnici regionali per definire la Svamdi e nei tavoli dell’Ulss per tutti gli aspetti che riguardano le convenzioni con i vari centri servizio. Il nuovo direttore sanitario, Domenico Rossato, ben conosce l’Opera della Provvidenza S. Antonio, lavorandovi dal 1993. Classe 1962, Rossato, dopo la maturità classica si laurea in medicina e chirurgia a Padova, e si specializza in chirurgia vascolare a Modena. Nel 1993 entra all’Opsa come assistente medico, quindi aiuto medico e dal 2007 è responsabile del servizio medico. Contemporaneamente ha ricoperto vari altri incarichi all’esterno sia in ospedale militare che all’ospedale Sant’Antonio e in ambito di formazione nelle scuole infermieristiche. All’Opsa in questi anni si è occupato di attività cliniche, specialistiche e formative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio al vertice della direzione sanitaria dell'Opsa: Rossato subentra a Vignali

PadovaOggi è in caricamento