menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con tanto di cartello stradale dedicato: scatta a Cadoneghe il "divieto di inquinamento"

Il Comune ha raccolto l'idea e il disegno degli alunni dell'Istituto Comprensivo Statale "Don Milani" per realizzare un vero e proprio cartello stradale anti-smog

Tra tanti divieti, questo proprio mancava. Eppure è uno di quelli più importanti, in primis per la nostra salute: a Cadoneghe arriva il "divieto di inquinamento".

Il cartello stradale

Una provocazione, certo. Ma in piena regola, tanto che il Comune di Cadoneghe ha fatto realizzare un vero e proprio cartello stradale su suggerimento degli studenti di alcune classi dell'Istituto Comprensivo Statale Don Milani, che lo scorso anno hanno aderito al progetto nazionale “Le giovani sentinelle della legalità”, promosso dalla fondazione Antonino Caponnetto per la diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza attiva e per il rafforzamento della coscienza civica e di un sistema di valori condivisi. Sono stati coinvolti circa una settantina di ragazzi di tre diverse classi della Don Milani, e in particolare i giovani studenti della 1B 1E e 2A, che hanno individuato i problemi che secondo loro ci sono nel loro modo di vivere la scuola, le loro relazioni e la loro vita nel territorio. Ne sono usciti moltissimi elaborati che, per scelta degli studenti, sono stati incentrati sul rispetto dell’ambiente e dell’aria che respiriamo.

Stop allo smog

Uno dei problemi individuati dai ragazzi è stato il fatto che spesso i genitori che vanno a portarli e recuperarli a scuola lo fanno con le auto accese e quindi inquinando l’aria. I loro elaborati sono stati anche presentati ufficialmente in consiglio comunale lo scorso maggio, e a vincere è stato il disegno “Divieto di inquinamento”, che l’amministrazione ha scelto di premiare realizzando un cartello stradale di divieto, quello tondo, che ad oggi è stato situato davanti al passaggio comunale. Spiega il sindaco Michele Schiavo: “Il codice della strada non ci permette di mettere questi cartelli fissi nella strade, ecco perché lo abbiamo messo nelle vicinanze del comune per dare comunque un messaggio importante a tutti che arriva dai più piccoli. I prossimi giorni mi recherò personalmente dai vincitori per complimentarmi dell’idea e ringraziarli di questo gesto di educazione civica e di rispetto dell’ambiente in cui viviamo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento