Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Il Vimm "sbarca" a Bruxelles: aperta una domiciliazione nella sede della Regione Veneto

Operativa dal 1997, la sede di Bruxelles è uno strumento del quale la Giunta, il Consiglio Regionale del Veneto e gli enti domiciliati si avvalgono per assicurare “un efficace sistema di relazioni con le istituzioni e gli organismi dell’Unione Europea”

Missione a Bruxelles per la Presidente della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata, Giustina Mistrello Destro, che ha siglato con i rappresentati della sede di Bruxelles della Regione Veneto un accordo quadro di collaborazione e aperto presso la sede stessa la domiciliazione del Vimm - Istituto Veneto di Medicina Molecolare.

Bruxelles

Operativa dal 1997, la sede di Bruxelles è uno strumento del quale la Giunta, il Consiglio Regionale del Veneto e gli enti domiciliati si avvalgono per assicurare “un efficace sistema di relazioni con le istituzioni e gli organismi dell’Unione Europea”. In particolare, e in virtù dell’accordo stipulato, la sede regionale acquisirà per conto del Vimm informazioni e pareri in merito ad iniziative progettuali presentate su finanziamenti europei, oltre a fornire un’attività di raccordo con i servizi delle Istituzioni europee e con partner pubblici e privati con cui collaborare. Questa sinergia è pensata per promuovere nuove iniziative di ricerca scientifica, migliorando così l'attrattiva e le prestazioni nazionali nel panorama europeo. Nell’accordo rientrano anche la ricerca di relatori nelle istituzioni comunitarie per convegni da effettuare in Veneto, l’organizzazione di seminari e corsi di formazione e la possibilità di effettuare stage per i dipendenti del Vimm. Afferma Giustina Destro, presidente della Fondazione: «La domiciliazione del nostro Istituto presso la Sede di Bruxelles della Regione Veneto costituisce una base e un riferimento fondamentale per implementare e ampliare le attività e le ricerche del Vimm a livello europeo e internazionale».

Luca Zaia

«Il Vimm rappresenta una delle istituzioni più efficaci nella ricerca scientifica in Veneto: da alcuni mesi ha intrapreso una strada, assolutamente virtuosa, di crescita anche nelle iniziative istituzionali di comunicazione e promozione dell’attività degli oltre 200 ricercatori presenti. È motivo di orgoglio, anche per la Regione Veneto, poter assistere alla crescita della consapevolezza - anche a livello internazionale - che il Vimm esprime potenzialità scientifiche di assoluto rilievo e sta accrescendo giorno dopo giorno la propria attività. È per questo che l’apertura di questa sede internazionale, supportata dalla Regione, non può che essere accolta con entusiasmo: i ricercatori del Vimm, molti dei quali molto giovani, hanno da oggi uno strumento in più per raggiungere il pubblico internazionale», ha sottolineato Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Vimm "sbarca" a Bruxelles: aperta una domiciliazione nella sede della Regione Veneto
PadovaOggi è in caricamento