rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Elena Maria Venelli è la nuova segretaria generale della Fisascat Cisl

Accanto a lei, nella segreteria, sono stati eletti Mauro Dilavanzo e Daniele Salvador. Nella sua relazione introduttiva, Vanelli ha ricordato il percorso di rigenerazione del sindacato che ha portato a gennaio alla sua reggenza

Elena Maria Venelli è la nuova segretaria generale della Fisascat Cisl Padova Rovigo. Accanto a lei, nella segreteria, sono stati eletti Mauro Dilavanzo e Daniele Salvador. Nella sua relazione introduttiva, Vanelli ha ricordato il percorso di rigenerazione del sindacato che ha portato a gennaio alla sua reggenza. «Il congresso di oggi – ha aggiunto – fortifica e amplifica questa rigenerazione e si ripromette di programmare insieme la continuazione di questo percorso innovativo». I settori di cui si occupa la Fisascat sono stati i più colpiti dalla crisi dovuta alla pandemia: turismo, bacino termali, ristorazione, commercio non alimentare, servizi del tempo libero e del benessere, gioco, sport, fiere. «Altri invece sono stati classificati come servizi essenziali. Non finiremo mai di ringraziare chi ha lavorato nelle case di riposo o nei servizi di pulizie e sanificazione, ristorazione, nella sicurezza degli ospedali, nei supermercati, i farmacisti, le guardie giurate, colf, baby-sitter e altro ancora». A proposito del turismo termale, Vanelli ha ricordato il lungo blocco di ogni attività. «I lavoratori sono stati messi in Fis o in cassa integrazione Covid e gli stagionali e precari non sono stati occupati. Oggi registriamo un aumento di occupazione ancora molto precaria e non possiamo abbassare la guardia».

Donne e giovani

Un’attenzione particolare è stata quindi dedicata a donne e giovani. «La crisi dovuta all’emergenza sanitaria ha colpito soprattutto i soggetti più vulnerabili del mercato del lavoro: giovani, donne e stranieri. Le posizioni lavorative meno tutelate. Nel dicembre 2020 in Italia 101mila persone hanno perso il lavoro, 99mila di queste sono donne: un numero impressionate che fa riflettere sulla capacità dell’Italia di garantire pari opportunità anche sul lavoro. La crescita della disuguaglianza prodotta riguarda direttamente la possibilità concreta di lavorare. Rafforzando, tutelando e valorizzando la presenza qualificata delle donne – ha concluso – si costruisce uno scudo contro tutte le discriminazioni ancora esistenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elena Maria Venelli è la nuova segretaria generale della Fisascat Cisl

PadovaOggi è in caricamento