Musei e Coronavirus: riaprono Eremitani e Scrovegni, ingresso con numeri contingentati

Lentamente si prova a tornare alla normalità: i luoghi che apriranno dovranno seguire la regola del "droplet" con la distanza di sicurezza tra le persone

Lentamente si prova a tornare alla normalità, nonostante l'emergenza Coronavirus porta con sé ancora molte limitazioni almeno per un'altra settimana. Intanto alcuni musei possono riaprire con il "droplet" che sarebbe l'obbligo di mantenere una distanza minima di almeno un metro tra un visitatore e l'altro.

Le riaperture

La Cappella degli Scrovegni riaprirà il 3 marzo: i gruppi potranno essere di al massimo 10 persone anziché le normali 25. Gli operatori spiegheranno ai visitatori come comportarsi. Ingressi contingentati anche al Palazzo della Ragione e al Museo degli Eremitani. Restano invece chiusi fino all'8 marzo cinema e teatri.

Le parole di Giordani

«Abbiamo deciso che da martedì mattina Padova riaprirà la Cappella degli Scrovegni, il Museo degli Eremitani e il Palazzo della Ragione». Lo annuncia oggi in una nota il sindaco di Padova, Sergio Giordani, assieme all'assessore alla Cultura, Andrea Colasio. «Si tratta di luoghi simbolici - prosegue Giordani - carichi di storia e di memoria, che per secoli hanno accompagnato le vicende della nostra città. Luoghi depositari di una nostra identità profonda che hanno visto Padova cadere e tornare a risplendere. Per questo vogliamo restituirli ad una fruizione pubblica: si tratta di un atto di amore nei confronti del nostro patrimonio culturale e di un gesto di speranza e di fiducia rispetto a un futuro imminente che ci immaginiamo già dentro la normalità. Con questa nostra decisione vogliamo dare un
messaggio a tutti i padovani e a tutti i milioni di turisti italiani e stranieri che negli anni hanno scelto la nostra città come destinazione turistica e, ne siamo certi, continueranno a farlo, che Padova riapre le sue porte». Giordani precisa che «Nel riaprire i nostri complessi
monumentali ci uniformeremo alle indicazioni che sono state formulate dal Governo in merito all'apertura degli spazi museali: si potrà entrare a piccoli gruppi e si dovrà tenere una distanza di sicurezza di un metro tra un visitatore e l'altro. Siamo fiduciosi che questa sarà solo la prima di tutta una serie di azioni concertate che ci permetteranno di rimettere, il più speditamente possibile - conclude - Padova sul binario della normalità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento