menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Federalberghi Terme fa propria la richiesta del treno Alta Velocità Padova-Bologna

Unire due tra i più importanti centri economici del nostro paese, il cuore della locomotiva del Nord Est, con il principale snodo ferroviario italiano, consente di dimezzare tempi di percorrenza

Appoggia e sostiene l’iniziativa dell’onorevole Roberto Caon l’imprenditoria delle Terme Euganee «La proposta di realizzare la linea ferroviaria ad alta velocità che unisca Bologna a Padova è un’idea che ci piace – spiega il Presidente di Federalberghi Terme Abano Montegrotto, Emanuele Boaretto»

Dimezzare i tempi

L’ipotesi di unire con l’alta velocità ferroviaria due tra i più importanti centri economici del nostro paese, il cuore della locomotiva del Nord Est, con il principale snodo ferroviario italiano, consente di dimezzare tempi di percorrenza su una tratta di oltre cento chilometri per un numero altissimo di collegamenti, servendo  un bacino che comprende le intere regioni del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna come collegamento tra il Nord Est e Roma. Questa ipotesi che ci sentiamo di condividere potrà collegare in maniera più efficiente la nostra Regione, ovvero il territorio con il maggior numero di presenze turistiche d’Italia, fornendo un collegamento rapido, da Sud con Venezia, costituendo un’occasione di valorizzazione per l’area euganea e i nostri centri termali, mettendo in sicurezza una linea obsoleta in termini di infrastrutture.

Linee e collegamenti

«Abbiamo già visto concretamente in più località turistiche italiane, come la nascita di linee aereo o collegamenti ferroviari diretti ad alta velocità abbiano procurato nuovi mercati turistici, dando una direzione a gruppi di viaggiatori emergenti facilitati così allo spostamento ed alla scoperta di nuove mete.  Altrettanto vogliamo pensare per questa possibilità. Inoltre, in un periodo come quello attuale, iniziative come queste possono essere propulsori verso una spinta alla ripartenza, dopo un’emergenza che ha paralizzato la nostra economia e il nostro settore turistico e ricettivo», conclude Caon.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento