rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024

Flash mob della professoressa Viola e i ricercatori della Città della Speranza: basta guerra

«Siamo tra gli istituti disposti ad accogliere ricercatori, sia dall’Ucraina che dalla Russia. Stiamo poi tentando di accogliere bambini malati e le loro famiglie. Ci stiamo dando da fare come possiamo»

La professoressa Antonella Viola con i ricercatori della Città della Speranza di fronte a Palazzo Moroni per mandare un messaggio di Pace. Un flash mob che ha preso vita verso le ore 12 di venerdì 11 marzo. «Noi ci siamo impegnati su due fronti. Siamo tra gli istituti disposti ad accogliere ricercatori, sia dall’Ucraina che dalla Russia. Stiamo poi tentando di accogliere bambini malati e le loro famiglie. Ci stiamo dando da fare come possiamo», ha spiegato la Professoressa. I ricercatori sono stati poi raggiunti dal Sindaco Sergio Giordani che si è unito ai ricercatori dietro allo striscione con la scritta “No alla guerra” su sfondo giallo e blu, colori che richiamano alla bandiera dell’Ucraina. «Temiamo tutti una Terza Guerra Mondiale, questo è il problema. Una guerra in Europa, così vicini a noi, come si può stare fermi senza dire o fare nulla».

Video popolari

Flash mob della professoressa Viola e i ricercatori della Città della Speranza: basta guerra

PadovaOggi è in caricamento