rotate-mobile
Attualità

Forza Nuova difende Fleximan: «Non escludiamo di poterlo candidare. E' uno dei nostri»

A confermarlo è il leader veneto del movimento neofascista Luca Castellini: «Ci risulta ancora indagato, ma per i giornali è già condannato. Noi non lo lasciamo solo»

«Il cosiddetto Fleximan di cui parlano le cronache in questi giorni è un nostro attivista e noi non lo scarichiamo. Candidarlo alle prossime regionali? Perchè no?». Dentro Forza Nuova vale tutto, perfino ipotizzare di candidare un uomo attualmente sospettato di aver buttato giù (per protesta) gli autovelox della provincia, ritenendolo forse martire o simbolo di una battaglia populista contro lo Stato. Lo ha confermato il leader del movimento neofascista in Veneto Luca Castellini durante la trasmissione radio "Il Morning Show", parlando di Enrico Mantoan, denunciato la scorsa settimana per cinque casi.

Bio

Mantoan è originario della provincia di Padova, in passato è stato vigile del fuoco volontario e ha sempre militato in Forza Nuova, fondando nel 2023 l'associazione Soccorso Nazionale. Nelle foto sui suoi canali social lo si può vedere mentre partecipa a manifestazioni contro l'arrivo d'immigrati in Polesine e a fianco dei "no green pass" a Trieste. Ha anche organizzato "ronde" per la sicurezza, ignorando le norme anti Covid.

La candidatura

«E' presto, ma sicuramente se vorrà sarà un nostro candidato - le parole di Castellini - .Enrico è stato sicuramente indagato e noi non sappiamo se sia effettivamente il famigerato Fleximan, ma i giornali lo hanno già condannato, come succede spesso, in alcuni casi, perchè si è garantisti solo da una parte. Non si tratta di un semplice nostro militante, ma del responsabile di Forza Nuova a Rovigo. Noi lo stiamo difendendo e lo vogliamo difendere».

Lega

A beatificare Mantoan anche la Lega, attraverso l'ex senatore ed avvocato (quello lo è ancora) Simone Pillon: «A sinistra beatificano e candidano una accusata di aggressione e lesioni (che ha un nome, si chiama Ilaria Salis, ndr) definiscono "poeta" e "pacifista" un assassino (Juraj Cintula, l'apparentemente mite pensionato che ha attentato alla vita del premier slovacco, Robert Fico) e poi se la prendono con Fleximan. Posso dire che Enrico Mantoan mi sta molto simpatico o è apologia di reato? Mi piacerebbe stringergli la mano. Mito». Ognuno ha i suoi, ma non tutti poi siedono in Senato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Nuova difende Fleximan: «Non escludiamo di poterlo candidare. E' uno dei nostri»

PadovaOggi è in caricamento