rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Ricercatrice Vimm riceve un finanziamento dalla Fondazione Veronesi per la ricerca sul tumore alla prostata

La borsa è stata assegnata a Sara Zumerle, ricercatrice del Vimm e assegnista del Dipartimento di Medicina dell’Università di Padova, è della durata di un anno e del valore di 30mila euro

“Il progresso scientifico non si alimenta senza ricerca”: è il presupposto da cui Fondazione Umberto Veronesi parte per investire energie e fondi in borse di ricerca anche per il nuovo anno per medici e ricercatori in ambito biomedico, tra i quali sono stati selezionati 115 profili, a cui è stato destinato un finanziamento annuale.

Fondazione Veronesi

Lanciato nel mese di giugno, il bando pubblico “Post-Doctoral Fellowship 2022” di Fondazione nasce per finanziare e supportare la ricerca d’eccellenza nelle aree dell’oncologia, delle malattie cardiovascolari, delle neuroscienze e degli stili di vita per la prevenzione delle malattie. La borsa assegnata a Sara Zumerle (ricercatrice del Vimm e assegnista del Dipartimento di Medicina dell’Università di Padova) è della durata di un anno e del valore di 30mila euro, e andrà a finanziare in particolare l’attività condotta da Zumerle al Vimm per la ricerca di nuove terapie contro il tumore alla prostata.

Tumore alla prostata

Un ambito di ricerca fondamentale, se si pensa che il tumore alla prostata rappresenta il secondo tipo di cancro più diffuso tra gli uomini e che le terapie per il cancro alla prostata avanzato e non curato in fase precoce hanno un’efficacia limitata. Una possibile strategia terapeutica consiste quindi nell’utilizzare farmaci in grado di rendere le cellule tumorali senescenti. Le cellule senescenti subiscono un arresto permanente della proliferazione e, allo stesso tempo, producono fattori in grado di influenzare il sistema immunitario. L’obiettivo del progetto finanziato da Fondazione Umberto Veronesi è di studiare un nuovo approccio farmacologico, per migliorare l’efficacia di chemioterapia e immunoterapia per i pazienti con tumore alla prostata.

Sara Zumerle

Dopo la laurea in Biologia Molecolare presso l’Università di Padova e il Dottorato di ricerca in Fisiopatologia a Parigi, dal 2015 lavora al Vimm come ricercatrice post-doc. Nel 2018 ha integrato il laboratorio del prof. Alimonti, dove vengono studiate nuove terapie farmacologiche anti-tumorali e anti-invecchiamento. «Sono molto felice - sottolinea Sara Zumerle - di aver ottenuto questo importante riconoscimento da parte di Fondazione Umberto Veronesi. Insieme alla soddisfazione, però, provo un forte senso di responsabilità: lavorerò con impegno per dare il mio contributo alla ricerca contro il cancro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercatrice Vimm riceve un finanziamento dalla Fondazione Veronesi per la ricerca sul tumore alla prostata

PadovaOggi è in caricamento