Gestione diretta della logistica per Alì Spa: 160 assunzioni. Donazzan: «Buon modello»

L'azienda padovana ha sottoscritto una accordo con le sigle sindacali che la porterà a eliminare gli appalti nel magazzino di via Olanda. Il plauso dell'assessore regionale al Lavoro

La sede Alì Spa in via Olanda

Gestione diretta e 160 lavoratori assunti. Stop al precariato, condizioni economiche migliori e un servizio più efficiente. Sono le basi dell'accordo stipulato nelle ultime ore da Alì Supermercati e dalle sigle sindacali. L'intesa riguarda il settore logistico poiché d'ora in avanti Alì gestirà senza più appalti e intermediazione di ditte esterne la logistica del magazzino di via Olanda.

L'accordo

La firma è il risultato di un percorso iniziato tre anni fa con l’apertura e la gestione diretta del nuovo magazzino di via Svezia. Scelta questa che ha dato risultati positivi in termini di serenità dei rapporti con i lavoratori, nonché di efficienza organizzativa e produttiva. Il primo e più visibile risultato è l'assunzione a tempo indeterminato dei 160 lavoratori attualmente occupati alle dipendenze della società appaltatrice. «Siamo soddisfatti dell’importante lavoro svolto in sinergia con i sindacati per concludere questo accordo. Ci abbiamo creduto e con un gesto di grande responsabilità abbiamo deciso di gestire direttamente il ciclo della logistica della nostra distribuzione, convinti che la stabilità occupazionale e il benessere dei nostri collaboratori siano lo strumento privilegiato per migliorare ancora di più il servizio ai nostri clienti» afferma Gianni Canella, vicepresidente di Alì Spa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il plauso dalla Regione

Sull'accordo si è espressa anche la Regione Veneto attraverso l'assessore al Lavoro, Elena Donazzan: «Internalizzare i servizi è una scelta che solo alle valutazioni più superficiali può sembrare azzardata e in controtendenza. È una scelta per certi versi rivoluzionaria ma che non mancherà di produrre ricadute positive sia per l’impresa sia per i lavoratori». Firmare un simile accordo nel pieno dell'emergenza sanitaria è una dimostrazione di lungimiranza: «Fa risaltare e conferma la filosofia aziendale che punta a coinvolgere e legare alla vita delle aziende anche le scelte individuali dei lavoratori. Alì, ancora una volta, dimostra una intelligente visione futura del lavoro dettata dalla sintonia con i propri collaboratori - aggiunge l'assessore - Sono certa che questo accordo veneto potrà essere la molla di un’utile riflessione per tutto il sistema Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui Colli: nuovi focolai sul monte Solone, tornano in volo gli elicotteri

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: calano i ricoveri e aumentano i guariti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento