menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Giordani e l'assessore Bressa durante la videoconferenza

Il sindaco Giordani e l'assessore Bressa durante la videoconferenza

Situazione economica e ripartenza: Giordani e Bressa incontrano le categorie

Il meeting ha permesso di discutere le iniziative da intraprendere per facilitare tutti i settori economici. Fondamentale sarà il contenuto del prossimo decreto economico del Governo

Tasse, affitti, orari di apertura. Di questo e molto altro si è parlato giovedì nell'incontro virtuale tra Comune, Camera di commercio e rappresentanti delle categorie economiche. La carne al fuoco è tanta ma un elemento sarà fondamentale per poter procedere con azioni concrete: la prossima mossa del Governo.

Il tavolo di discussione

La videoconferenza ha visto protagonisti il sindaco Sergio Giordani, l’assessore al commercio Antonio Bressa oltre ad Antonio Santocono e Roberto Crosta (presidente e segretario della Camera di commercio) e quattordici rappresentanti delle diverse categorie di tutti i settori economici. A fare il punto sull'attuale situazione economica di Padovano e discutere le possibili strategie di ripartenza c'erano Confesercenti (Nicola Rossi), Ascom Confcommercio (Otello Vendramin), Appe (Filippo Segato e Federica Luni, Confindustria (Stefano Sancio), Confapi (Davide D’Onofrio), Upa Confartigianato (Valentina Giglio), Cna (Luca Montagnin e Matteo Rettore), Confcoperative (Giuseppe Battistello), Coldiretti (Giovanni Roncalli), Cia (Barbara Peron e Massimo Lazzarin) e Confagricoltura (Clarissa Gulotta).

L'attesa e il pressing su Roma

Ad aprire l'incontro è stato il sindaco che ha fatto presente il pressing portato avanti con gli altri colleghi veneti per catalizzare sul territorio il maggior numero possibile di aiuti e risorse. Per ripartire servirà un grande bagaglio di azioni, la cui ampiezza in larga parte sarà determinata dalle decisioni prese a Roma e attese per inizio maggio con il nuovo decreto ministeriale in materia di economia. «Tanto dipenderà dalla sua formulazione, specie per quanto riguarda il sostegno alle imprese e le scadenze tributarie, anche comunale - ha aggiunto l'assessore Bressa - Per il momento abbiamo messo sul piatto le iniziative proposte e già avviate dal Comune. Le ridiscuteremo dopo il nuovo pronunciamento del Governo che delineerà i tempi di ripartenza delle varie attività».

Cosa si sta facendo in città

A Padova i traguardi principali già raggiunti sono due: il rinvio delle imposte locali di marzo e aprile e l'azzeramento del canone di occupazione del suolo pubblico per tutte le attività costrette alla chiusura temporanea. Si sta lavorando invece su altre tematiche, tra cui la tassa sui rifiuti e un piano per i plateatici che dovranno rispettare il distanziamento sociale. Attenzioni specifiche vengono rivolte anche ai singoli settori, come quello dei parrucchieri, per stilare degli orari e tempi di apertura. Al vaglio anche i piani di sicurezza per i mercati all'aperto e i turni dei tassisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento