rotate-mobile
Attualità

Giordani chiude definitivamente la porta alle manifestazioni No Vax: «Adesso basta»

«Una sanzione amministrativa si paga in posta entro 60 giorni ma un contagio da covid può spesso presentare un conto che si salda in ospedale se non peggio e io non intendo per nessuna ragione che a pagarlo siano magari gli anziani, i più fragili ma anche loro stessi»

Il Sindaco Giordani, non solo lui in realtà, è decisamente preoccupato per i dati diffusi riguardo la diffusione del virus in città e in provincia: «A Padova e provincia i contagi galoppano e adesso non c’è davvero più nulla da aspettare, serve agire con decisione e mettere un freno drastico alle continue manifestazioni no vax che rappresentano un autentico problema di salute pubblica».

No "no vax"

E qui arriva il punto, perché dopo aver ringraziato le Istituzioni per il lavoro fatto, Giordani fa un annuncio importante: «Prefetto e Questore con Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale hanno fatto in questi mesi un lavoro duro e davvero eccellente, tutta la comunità deve essere loro molto grata. Io da Sindaco sono stato eletto per rappresentare e tutelare le padovane e i padovani, anche la politica oltre alle istituzioni deve fare la sua parte e spero senza ambiguità da parte di nessuno, è quindi mio dovere dirlo forte: non sono più tollerabili eventi che mettono a rischio la salute di tutti con il virus che rischia di dilagare e la stragrande maggioranza dei cittadini che fa sforzi enormi, si vaccina e chiede in maniera sacrosanta protezione, salute e futuro». In pratica il Sindaco chiude la porta in faccia ai No Vax dopo mesi di continue manifestazioni che hanno coinvolte persone arrivate da più regioni. 

Bene comune

«Le reiterate sanzioni - evidenzia il Sindaco - per il mancato uso della mascherina opportunamente elevate dalle forse dell’ordine parlano chiaro, c’è chi delle regole per proteggerci tutti non ne vuole sapere serve quindi agire dentro questa consapevolezza per prevenire con forza, una sanzione amministrativa si paga in posta entro 60 giorni ma un contagio da covid può spesso presentare un conto che si salda in ospedale se non peggio e io non intendo per nessuna ragione che a pagarlo siano magari gli anziani, i più fragili ma anche loro stessi».

Scienza

Il Sindaco poi ci tiene a fare un distinguo: «Padova sta con la scienza non a parole ma coi fatti, ormai si va verso il 93% di vaccinati, stiamo tutti lavorando per fare le terze dosi nel più breve tempo possibile e quindi non possiamo permettere che sbandamenti arrivino da atteggiamenti di noncuranza e di individualismo spinto. C’è il diritto a manifestare, non può esserci per nessuno il diritto per di mettere a rischio la salute altrui. Oggi nelle sedi preposte e nella massima collaborazione e rispetto dei ruoli porteremo questa istanza di buon senso al Comitato per l’ordine e la sicurezza pubbica, Padova vuole riguadagnare la sua libertà in sicurezza».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giordani chiude definitivamente la porta alle manifestazioni No Vax: «Adesso basta»

PadovaOggi è in caricamento