menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Sergio Giordani

Il sindaco Sergio Giordani

Giordani sul Covid: «Il virus non è scomparso, focolai circoscritti e sotto controllo»

«La soglia di attenzione è massima, ogni giorno sono in contatto con le autorità sanitarie e vi è un costante aggiornamento e monitoraggio dei casi e dei circoscritti focolai presenti in città. Non smetterò mai di ripeterlo, serve prudenza perché il virus non è scomparso

Lo va ripetendo in ogni occasione, lo ha fatto in tutte le uscite pubblice, il sindaco Sergio Giordani. Ogni giorno ricorda che non bisogna abbassare l'attenzione rispetto al Covid. «La soglia di attenzione è massima, ogni giorno sono in contatto con le autorità sanitarie e vi è un costante aggiornamento e monitoraggio dei casi e dei circoscritti focolai presenti in città. Non smetterò mai di ripeterlo, serve prudenza perché il virus non è scomparso, dire il contrario non è responsabile».

Monitoraggio

«Niente allarmismi, i focolai in città sono stati monitorati e spenti e dai dati anche odierni emerge un numero di positivi particolarmente limitato, questo però è il frutto del tempestivo sistema di isolamento e della qualità del nostro sistema sanitario quindi a noi cittadini, tutti, resta il dovere di agire con la massima cautela e senza superficialità». Il sindaco è anche tornato sull'iniziativa messa in campo dal Comune per far arrivare anche a chi non parla e legge in italiano le indicazioni su come comportarsi in caso di manifestarsi dei sintomi: «Stiamo da giorni volantinando a tappeto le fasce più fragili della popolazione per fare prevenzione con le informazioni di base, in diverse lingue».

Protocolli

Il sindaco ha anche ricordato l'attenzione rispetto all'igiene di bus e tram: «Abbiamo intensificato i controlli in particolare nei mezzi pubblici ma come sempre solo uno sforzo di buon senso collettivo ci farà passare un’estate serena e sotto controllo. Vedo la maggioranza delle persone che agiscono con coscienza, ma ci sono ancora persone (poche per fortuna) che si muovono come nulla fosse accaduto. Non possiamo permetterci realx sui protocolli minimi di prevenzione individuale e sulle norme in vigore». Il sindaco comunque fa capire che se ce ne fosse mai la necessità, sarebbe pronto a nuove ordinanze: «Per concludere seppur al momento non ve ne sia la necessità è chiaro che se necessario e in coordinamento con il Dottor Scibetta non avrei esitazioni a firmare una nuova ordinanza a tutela della salute pubblica con misure più incisive, ad esempio sull’utilizzo delle mascherine».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento