rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Attualità

Interporto, presentato il progetto che vuole replicare Cityporto in Europa per Horizon 2022

L’obiettivo di replicare il modello e convertire gradualmente la flotta di Cityporto all’elettrico

Presentato oggi nell’ambito di Green Logistics Expo, il Salone internazionale della Logistica Sostenibile in corso alla Fiera di Padova il progetto U-Logicity di distribuzione urbana delle merci, candidato al Progetto UE Horizon Europe Horizon con l’obiettivo di  replicare il modello del servizio Cityporto in tutta Europa  e convertire gradualmente la flotta di Cityporto all’elettrico. Hanno presentato il progetto in ambito europeo ai primi di settembre Interporto Padova, ideatore e gestore del servizio Cityporto, l’Università di Padova con il CRIEP  dell’Università di Padova, i Comuni di Padova e Abano Terme e l’operatore logistico Fercam assieme ad altre 25 entità pubbliche e private di Belgio, Spagna, Irlanda, Grecia, Sergia, Romania, Cipro e Regno Unito.

Cityporto

Negli ultimi anni Cityporto ha evoluto una importante partnership operativa con una delle maggiori aziende italiane, la Fercam. Anche grazie alla fiducia e alla sinergia fra Interporto e Fercam che ha filiali in tutta Europa, il coinvolgimento sarà sempre più importante anche a livello d’immagine, senza che comunque  in modello Cityporto perda la sua natura “neutrale” che è una delle ragioni del suo successo, insieme alla volontarietà di adesione alla piattaforma. Il progetto analizza anche l’evoluzione dei mezzi dedicati alla logistica urbana, e anche grazie a questo, Cityporto, compatibilmente con le tecnologie disponibili, sta virando decisamente verso una modalità di trazione elettrica per i propri furgoni. Cityporto nel 2021 ha effettuato circa 75.000 consegne tra Padova e la Zona Termale.  Dal 2015  effettua anche un servizio giornaliero di merce deperibile, fresco e surgelato,  a cinque supermercati del Gruppo PAM nella ZTL di Padova. Uno studio commissionato nell’ambito di un progetto a livello nazionale su anni di effettiva attività ha permesso di considerare alcuni benefici ambientali importanti calcolati dal periodo di inizio attività di Cityporto nell’aprile del 2004 al 2019.    Lo studio evidenzia un risparmio nelle percorrenze  di circa 5 milioni di chilometri con un minore consumo di gasolio pari a 140.000 litri. Questo si traduce in una minore emissione di 1891 tonnellate di CO2 e bem 442 kg di PM10  ( ricordiamo che il PM 10 viene misurato in microgrammi)

U-Logicity

Vede la partecipazione delle città di Padova e Abano Terme che dal 2019 usufruisce del servizio Cityporto in zona termale. Cityporto conferma l’interesse degli operatori per l’effettuazione di consegne ecologiche anche nell’ area termale di Abano Terme. Il progetto sperimentale pilota, sia pur con i problemi del periodo Covid, ha mantenuto la sua costante presenza e verrà ulteriormente potenziata grazie al progetto europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interporto, presentato il progetto che vuole replicare Cityporto in Europa per Horizon 2022

PadovaOggi è in caricamento