rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità Monselice

Sospese le indennità per i dipendenti comunali, i sindacati promettono battaglia

Il nodo della questione si sviluppa ai primi mesi del 2021, quando vengono sospese le indennità di turno, di procedimento e qualunque altra quota economica spettante agli 80 lavoratori

I sindacati Cgil, Cisl e Uil si sono riuniti per discutere la situazione in cui versano i lavoratori del Comune di Monselice. E promettono battaglia.

L’assemblea

La riunione sindacale si è tenuta nella mattinata di venerdì 12 novembre nella sala consiliare del municipio di Monselice. «La misura è colma è stata la frase fra le più moderate all'interno dell'incontro sindacale di Palazzo Tortorini, da mesi l'ufficio ragioneria-personale genera errori uno dietro l'altro, per i lavoratori non è più tollerabile anche perchè non è stata ancora licenziata una versione definitiva del problema» hanno evidenziato le rappresentanze sindacali che hanno raccolto il mandato pieno dell'assemblea attivando, da un lato una nota al sindaco Giorgia Bedin e individuando la data del 30 novembre come limite massimo per poi, se non vi saranno soluzioni concrete si procederà allo stato di agitazione con lettera al prefetto di Padova.  

La questione

Il nodo della questione si sviluppa ai primi mesi del 2021, quando vengono sospese le indennità di turno, di procedimento e qualunque altra quota economica spettante agli 80 lavoratori, evidenziando, da parte datoriale, la necessità di procedere ad un accordo sindacale prima di versare le quote ai lavoratori. «Come esempio gli agenti di polizia locale che fanno i turni in pattuglia dovrebbero ricevere una quota aggiuntiva, così come gli operai che hanno la reperibilità e che intervengono in caso di bisogno: per loro e per tutto il resto dei lavoratori tutto fermo da mesi per calcoli fatti e rifatti e non ancora chiariti – sottolinea Michele Magrini, segretario della Uil Fpl di Padova – il rispetto per gli stipendi prima di tutto, non possiamo attendere oltre senza sapere se ci sarà garanzia di pagamento». «Abbiamo atteso l'incontro i vertici della delegazione datoriale segretario generale e responsabile della ragioneria per avere un riscontro nel merito e comprendere se indennità, straordinari, reperibilità svolte nell'anno sarebbero state pagate – evidenzia Maurizio Galletto della Fp Cgil di Padova – di fronte ci hanno risposto che il problema doveva ancora essere compreso e riconducibile ad un parere del nuovo collegio dei revisori. Una situazione grottesca dove, oltre agli errori sulla produttività, alle modifiche dei fondi abbiamo chiesto in che data presupponevano di erogare il dovuto ai lavoratori, oltre alle contraddizione abbiamo assistito ad una non risposta che ci ha portati alla assemblea dove abbiamo chiarito che i loro vertici poco o nulla hanno fatto per risolvere la intricata questione». «I numeri a disposizione del Comune per garantire ordine nei conti ci sono, la qualità e la competenza nei servizi erogati tutti i giorni dalla compagine dei comunali di Monselice non si discute, è per questo – dice Franco Maisto della Cisl Fp – che non possiamo più accettare che di mese in mese vi siano errori o ritardi nei pagamenti. Chiediamo un intervento diretto al Sindaco perchè il malcontento è alto fra i lavoratori e non sembra di avere certezze a breve da chi fa i conti. Se non avremo una certezza per le spettanze delle lavoratrici e dei lavoratori di un Comune importante come Monselice dovremo attivare lo stato di agitazione avvisare il prefetto perchè a pagare non possono essere sempre gli sportellisti ed il personale che è in strada».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospese le indennità per i dipendenti comunali, i sindacati promettono battaglia

PadovaOggi è in caricamento