Infarto e ictus, team di ricercatori padovani trova la "porta" che diminuisce i danni al cuore

La straordinaria scoperta sarà dettagliatamente illustrata e svelata lunedì 26 agosto

Una scoperta di straordinario valore: un team di ricercatori interamente targato Padova ha infatti individuato un nuovo bersaglio molecolare che apre la strada allo sviluppo di nuovi farmaci per combattere le malattie cardiovascolari.

La scoperta

I ricercatori padovani hanno scoperto un canale ionico per “far gonfiare” i mitocondri e farli così funzionare in modo più efficace: una sorta di "porta molecolare", dunque, che diminuisce i danni al cuore in caso di infarto e ictus. Lo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista "Nature" con il titolo "Identification of an ATP-sensitive potassium channel in mitochondria", è stato coordinato dal dottor Diego De Stefani (Dipartimento di Scienze Biomediche) e dal professor Rosario Rizzuto, rettore dell’Università di Padova, con la collaborazione dei gruppi di ricerca della professoressa Ildiko Szabò e del professor Fabio Di Lisa. L’importante ricerca sarà dettagliatamente illustrata e svelata lunedì 26 agosto nel corso di un'attesissima conferenza stampa a Palazzo Bo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento