rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Attualità

Auditorium alla Prandina, Innocenti: «Mettiamo in rete le sale del centro. Partiamo dall'Altino»

L'ex candidato sindaco di TornaPadova risfodera un'idea di cui aveva parlato in campagna elettorale per salvare i cinema chiusi della città

Nel dibattito sull'utilizzo della ex caserma Prandina interviene anche Lorenzo Innocenti, candidato sindaco alle scorse elezioni con la lista civica TornaPadova e ora vicino ad Italia Viva di Matteo Renzi.

Innocenti

«L'ideale è una serie di parcheggi scambiatori gratuiti esterni al centro. Spazio ce n'è, si pensi alle migliaia di posti auto dello Stadio Euganeo. Poi però servono anche stalli più centrali e la Prandina è perfetta per questo, avendo sufficiente spazio per strutturare parallelamente  un'area socio-culturale attigua - sostiene Innocenti - .Sull'idea di destinarci un auditorium non sono invece d'accordo. In campagna elettorale avevamo presentato un bel progetto che riguardava il recupero dei cinema Altino e Mignon e che puntava a trasformare l’intera via Altinate in un auditorium diffuso, risparmiando soldi per progettare e costruire ex novo e riconsegnando ai padovani un edificio splendido e abbandonato».

Altino

«In via Altinate c’è già una straordinaria concentrazione di sale da musica, attive o potenziali. Da Altino e Mignon, appunto, al Pollini, il San Gaetano, le chiese di San Gaetano e Santa Sofia. Mettere in rete tutte queste eccellenze significherebbe avere eventi tutto l’anno, dare spazio sia ad artisti padovani che nazionali-internazionali e magari offrire la possibilità di esibirsi lungo la via e sotto i portici anche ai “buskers”, gli artisti di strada. Se poi ci mettiamo anche che, nel suo soggiorno padovano, Mozart si stabilì proprio in via Altinate (c’è una targa a ricordarlo) e che lo stesso inventore del pianoforte – Bartolomeo Cristofori – era padovano, abbiamo un bel po’ di titoli per diventare “città della musica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auditorium alla Prandina, Innocenti: «Mettiamo in rete le sale del centro. Partiamo dall'Altino»

PadovaOggi è in caricamento