menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

SR11 Padana Superiore, la denuncia di Sinigaglia: "Situazione semplicemente disastrosa, urge intervenire"

Nel tratto da Rubano a Padova, compresa via Chiesanuova. Il consigliere del Partito Democratico: "Transitano quotidianamente circa 45mila veicoli, bisogna sistemare al più presto il manto stradale"

Era una strada statale. Ora, invece, è stata 'declassata' a regionale. E stando a Claudio Sinigaglia versa in una "situazione semplicemente disastrosa": il consigliere del Partito Democratico ha presentato oggi in Regione un'interrogazione a risposta immediata per denunciare la condizione della SR11 Padana Superiore nel tratto compreso tra Padova e Rubano.

"Circa 45mila vetture al giorno"

Sinigaglia chiede che venga rapidamente trovata una soluzione: “Finora è andata bene perché non ci sono stati incidenti con conseguenze gravi, ma la situazione della Regionale Padova-Rubano è semplicemente disastrosa per il cedimento del manto stradale per un tratto lungo almeno cinque chilometri. La Regione non resti a guardare e solleciti un pronto intervento da parte di Anas-Veneto Strade. La questione della sicurezza stradale è riemersa in maniera tragica in questi giorni. E la Padova-Rubano non fa eccezione, anzi. Si tratta di un’arteria importante, da dove transitano quotidianamente circa 45mila vetture, oltre ai mezzi pesanti e occorre una manutenzione conseguente. Il sedime stradale deve essere consolidato in fretta, soprattutto nel tratto che va da Chiesanuova a Rubano, dove si è formato un avvallamento profondo oltre 20 centrimetri. Un manto in simili condizioni è un pericolo in primis per ciclisti e motociclisti, ma anche le auto rischiano di finire fuori strada. Zaia ha magnificato l’accordo Anas-Veneto Strade poiché avrebbe garantito una maggiore e migliore fruibilità delle infrastrutture da parte di cittadini e imprese. Un motivo in più per passare dalle parole ai fatti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento