menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

100mila euro per mettere in sicurezza aree soggette a allagamenti: l'intervento nell'Alta

A Carmignano di Brenta: prevista inoltre una pulizia delle caditoie e dei relativi canali della rete delle acque bianche

Un investimento di 100mila euro che permetterà di mettere in sicurezza aree soggette a allagamenti: è l’intervento che prenderà il via nelle prossime settimane in diverse zone del territorio comunale di Carmignano di Brenta realizzato e progettato dal Consorzio di Bonifica Brenta sulla base delle richieste del Comune, che si avvale di un finanziamento di 50mila euro da parte della Regione Veneto e di 50mila euro da parte del Comune stesso.

Caditoie

Non solo: in seguito ai fenomeni di maltempo di domenica 23 agosto, il sindaco Alessandro Bolis e l’assessore Andrea Bombonati hanno effettuato un sopralluogo insieme alla protezione civile a ai tecnici comunali che ha evidenziato la necessità di intervenire immediatamente sulle caditoie e i relativi canali della rete delle acque bianche per una pulizia straordinaria. L’intervento sarà realizzato con urgenza a spese del Comune per un investimento di 20 milaeuro e coinvolgerà tutte le caditoie del territorio. Spiega l'assessore Bombonati: «Nei prossimi giorni saranno dunque avviati quattro interventi di manutenzione sulla maglia idraulica minore, non di competenza del Consorzio. Canali minori che attraversano anche aree private che recapitano le acque negli scoli consorziali e che a seguito della scarsa manutenzione e del progressivo naturale interramento, hanno perso negli anni la loro capacità di invaso e di deflusso, creando esondazioni e pericolosi ristagni d’acqua». È interessato il territorio in destra Brenta a nord, a sud e a est del centro abitato del capoluogo, che entra in crisi puntualmente in caso di piogge anche di lievi intensità, con allagamenti di vie e campagne. In particolare, verranno trattati i canali minori lungo di via Colombare e via Trento, rispettivamente a sud e a nord del centro abitato e a est lo scolo in prossimità di via Boschi e via Ungaretti».

Il commento

Aggiunge il sindaco Bolis: «Gli interventi sono stati pianificati sulla base delle segnalazioni dei cittadini, dei sopralluoghi dell’Ufficio Tecnico, e dello studio che aveva portato alla produzione del Piano delle Acque comunali adottato dal Comune, un documento molto dettagliato sullo stato sul deflusso delle acque che identifica gli interventi di sistemazione e risezionamento dei collettori e di adeguamento di manufatti idraulici. Il nostro Comune lo ha adottato nel 2012, uno dei primi a dotarsi di questo strumento di tracciatura della rede idrografica e dei punti critici  che per essere davvero efficace ha però bisogno di essere accompagnato da interventi di manutenzione e pulizia nelle aree private anche da parte dei cittadini. Non mi stancherò mai di sollecitare i privati ad una maggiore cura dei fossi, fondamentale per mantenere la funzionalità ottimale e l’efficienza di deflusso di tutta la rete scolante in caso di eventi atmosferici, non solo straordinari».

Gli interventi

In particolare, verranno puliti e risezionati un tratto di 510 metri di canale in via Colombare e di 590 metri lungo via Trento. Nella parte posta a nord sempre lungo via Trento, dove lo scolo è praticamente inesistente, verrà posato un nuovo tratto con tubazioni per 230 metri e sostituito un sifone stradale. In corrispondenza dell’incrocio tra via Boschi e via Palladio sarà protetto con una griglia un breve tratto di canale a cielo aperto prossimo alla strada e verrà rimossa una griglia ferma erba, si provvederà anche a realizzare nuovi chiusini; poco più a monte si provvederà a realizzare un nuovo manufatto con griglia e sfioratore di sicurezza per meglio permettere il deflusso anche in caso di ostruzioni. A valle si interverrà su diversi pozzetti di ispezione e se ne creerà di nuovi per permettere che accolgano l’acqua meteorica ma ne evitino l’uscita. In caso di carichi eccessivi della roggia, infatti, si verificavano problemi di fuoriuscita dai pozzetti con allagamenti delle vie e abitazioni circostanti. Infine, anche in via Ungaretti si realizzerà una griglia con sfioratore di sicurezza e verrà risezionato un breve tratto di canale a monte, provvedendo a realizzare anche nuovi chiusini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento