Per una diagnostica d'avanguardia: l'Ulss 6 Euganea investe nell'innovazione

Risonanze magnetiche, Tac, angiografi, mammografi e ammodernamento informatico: soffia il vento del rinnovamento tecnologico in casa Ulss 6 Euganea

Risonanze magnetiche, Tac, angiografi, mammografi e ammodernamento informatico: soffia il vento del rinnovamento tecnologico in Ulss 6 Euganea, forte di un finanziamento, approvato dalla Giunta Regionale, di 6 milioni di euro che dà seguito ai progetti di investimento approvati dalla Crite (Commissione Regionale per l’Investimento in Tecnologia ed Edilizia).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investimenti

Questi progetti, che erano stati proposti dall’Azienda Ulss 6 dopo aver valutato i fabbisogni e avanzato proposte sostenute da accurate valutazioni tecniche, attengono l’acquisizione di beni informatici e moderni applicativi per un valore di 2.569.834 euro, due nuove Tac 64 strati per gli ospedali di Camposampiero e di Piove di Sacco (350mila euro l’una), una Risonanza magnetica 1,5 Tesla da 750mila euro per l’ospedale di Camposampiero dove verrà allocata anche una Risonanza magnetica articolare (200mila euro), due angiografi cardiologici per gli ospedali di Monselice/Schiavonia e di Cittadella del valore di 575mila euro ciascuno, due mammografi per complessivi 351.293 euro per l’ospedale di Montagnana e il presidio di Camposampiero. Si procederà inoltre alla gara d’appalto per l’affidamento di sistemi analitici per l’esecuzione degli esami di emogasanalisi (258.217 euro). La diagnostica, insomma, diventa sempre più d’avanguardia. Commenta Domenico Scibetta, direttore generale dell'Ulss 6 Euganea: «Parliamo subito dei vantaggi per gli assistiti: esami complessi eseguiti in modo mirato e non invasivo, diagnosi sempre più precise e qualificate, approcci sempre più personalizzati. Investire in innovazione significa essere autenticamente figli del proprio tempo, guardare il presente e il futuro prossimo con la consapevolezza di poter offrire il meglio. Ringrazio pertanto la Regione Veneto che si dimostra ancora una volta attenta al tema dell’innovazione continua investendo nel costante ammodernamento delle dotazioni tecnologiche per un’assistenza sanitaria al passo coi tempi. In particolare, le nuove apparecchiature soddisferanno appieno le esigenze di una diagnostica d’avanguardia e, nelle mani dei nostri professionisti sanitari, si tradurranno in un’assistenza più puntuale e più circostanziata per tutti gli assistiti nel territorio dell'Euganea».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento