menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Università scrive ai vaccinati: «Con quel lotto vaccinate 3256. Nessuna ha manifestato problemi»

«Con il lotto ABV2856 sono state vaccinate 3256 persone e al momento non sono state osservate né segnalate manifestazioni avverse di natura grave. La campagna vaccinale prosegue nei prossimi giorni, come programmato»

Il medico che ha la competenza e coordina la campagna vaccinale per l'Università di Padova, il Prof. Angelo Moretto, ha inviato una informativa a tutti quelli che sono vaccinati in queste settimane di campagna nelle varie facoltà. La cosa aveva creato pure qualche invidia, il classico perché loro sì e altri no, per poi diventare, tutto a un tratto, le cavie sfortunate di un esperimento ordito da chi lo sa chi. Così, anche per anticipare polemiche e inevitabili prese di posizione di no vax e scettici vari, il prof. Moretto si è rivolto direttamente a coloro che il vaccino lo hanno ricevuto.

Nessun nesso

Un modo per rassicurare ma pure per evidenziare che «al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e gli avversi e gravi fatti verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenente a un determinato lotto, l'ABV2856, del vaccino AstraZeneca. 

Lotto

Il prof nell'informativa spiega che «tale lotto è stato utilizzato, precedentemente alla comunicazione dell'AIFA, anche per la campagna vaccinale COVID-19 nella città di Padova, comprese le somministrazioni del piano di Ateneo. In Ateneo il lotto è stato utilizzato dall’inizio della campagna vaccinale (4 marzo) fino ai primi 20 vaccinati di oggi 11 marzo, dopodiché è stato utilizzato un altro lotto. Il lotto del vaccino somministrato è riportato nel certificato di vaccinazione consegnato a coloro che hanno già effettuato il vaccino». Tra questi c'è anche il rettore Rosario Rizzuto che come tutti quelli che lo hanno ricevuto, non ha sofferto di alcun tipo di problema, qualche linea di febbre a parte, cosa peraltro indicata chiaramente come controindicazione. «Con il lotto ABV2856 sono state vaccinate 3256 persone e al momento non sono state osservate né segnalate manifestazioni avverse di natura grave. Abbiamo ricevuto, come atteso, solo poche segnalazioni di reazioni modeste (dolorabilità nella sede di iniezione, rialzo febbrile etc). La Regione Veneto ha inolotre segnalato che in Veneto sono state somministrate 17043 dosi del lotto in questione senza segnalazione di reazioni avverse di rilievo. La campagna vaccinale prosegue nei prossimi giorni, come programmato». Il prof. Moretto precisa anche che «qualora ricevessimo ulteriori comunicazioni da AIFA, dal Ministero della Salute o dalla Regione che prevedano particolari misure di sorveglianza sanitaria», i diretti interessati verranno avvertiti direttamente ed immediatamente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento