100mila euro per migliorare la sicurezza idraulica: i lavori nell'Alta

Quattro interventi in corso in queste settimane in diverse zone del territorio comunale avviato e progettato dal Consorzio di Bonifica Brenta sulla base delle richieste del Comune di Carmignano per mettere in sicurezza aree soggette ad allagamenti

Un investimento di 100mila euro che permetterà di mettere in sicurezza aree soggette ad allagamenti: è l’intervento in corso in queste settimane in diverse zone del territorio comunale avviato e progettato dal Consorzio di Bonifica Brenta sulla base delle richieste del Comune di Carmignano, che si avvale di un finanziamento di 50mila euro da parte della Regione Veneto.

L'annuncio

Spiega l’assessore comunale Andrea Bombonati: «Si tratta di quattro interventi di manutenzione sulla maglia idraulica minore, non di competenza del Consorzio. Scoli minori che recapitano le acque negli scoli consorziali e che a seguito della scarsa manutenzione e del progressivo naturale interramento, hanno perso la loro capacità di invaso e di deflusso, creando esondazioni e pericolosi ristagni d’acqua. E’ interessato il territorio in destra Brenta a nord, a sud e a est del Centro abitato del Capoluogo, che entra in crisi puntualmente in caso di piogge anche di lievi intensità, con allagamenti di vie e campagne. In particolare, verranno trattati gli scoli lungo di via Colombare e via Trento, rispettivamente a sud e a nord del centro abitato e a est lo scolo in prossimità di via Boschi e via Ungaretti». Gli interventi rientrano nelle previsioni del Piano delle Acque adottato dal Comune, che prevede interventi di sistemazione e risezionamento dei collettori e di adeguamento di manufatti idraulici. Aggiunge il sindaco Alessandro Bolis: «Un Piano adottato nel 2012 dal Comune, uno dei primi a dotarsi di questo strumento di tracciatura della rede idrografica e dei punti critici. Invito tutta la cittadinanza ad intervenire alla presentazione del libro di Antonietta Curci ‘Rogge Grimana Vecchia, Molina, Grimana Nuova, Rezzonico’ che si svolgerà il 27 novembre in Sala Consiliare dalle 20.45. Nell’occasione presenteremo proprio i progetti delle opere idrauliche da realizzarsi sui canali del nostro territorio».

I lavori

In particolare, verranno puliti e risezionati un tratto di 510 metri di canale in via Colombare e di 650 metri lungo via Trento. Nella parte posta a nord sempre lungo via Trento, dove lo scolo è praticamente inesistente, verrà posato un nuovo tratto con tubazioni per 230 metri e sostituito un sifone stradale. In corrispondenza dell’incrocio tra via Boschi e via Palladio sarà protetto con una griglia un breve tratto di canale a cielo aperto prossimo alla strada e verrà rimossa una griglia ferma erba; poco più a monte si provvederà a realizzare un nuovo manufatto con griglia e sfioratore di sicurezza per meglio permettere il deflusso anche in caso di ostruzioni. A valle si interverrà su diversi pozzetti di ispezione e se ne creerà di nuovi per permettere che accolgano l’acqua meteorica ma ne evitino l’uscita. In caso di carichi eccessivi della roggia, infatti, si verificavano problemi di fuoriuscita dai pozzetti con allagamenti delle vie e abitazioni circostanti. Infine, anche in via Ungaretti si realizzerà una griglia con sfioratore di sicurezza e verrà risezionato un breve tratto di canale a monte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento