Cadoneghe, al via il cantiere per una nuova struttura sanitaria d'eccellenza

La struttura, sita negli spazi occupati in precedenza dal cinema-teatro di Cadoneghe, avrà un’estensione di 1.500 metri quadrati strutturati in tre piani. Vi troveranno posto un poliambulatorio ad alta specialità, alloggi per pazienti in riabilitazione, soluzioni innovative per il trattamento dell'Alzheimer e delle malattie neurodegenerative, e molto altro

Il rendering della struttra sanitaria

È stato inaugurato mercoledì 16 settembre dal sindaco di Cadoneghe Marco Schiesaro il nuovo cantiere per la realizzazione di una nuova struttura del Gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione, attigua alla sede esistente nel centro di Mejaniga.

La struttura

La struttura, sita negli spazi occupati in precedenza dal cinema-teatro di Cadoneghe, avrà un’estensione di 1.500 metri quadrati strutturati in tre piani. Vi troveranno posto un poliambulatorio ad alta specialità, alloggi per pazienti in riabilitazione, soluzioni innovative per il trattamento dell'Alzheimer e delle malattie neurodegenerative, e molto altro. Secondo il progetto stilato dalla Direzione del Gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione gli spazi della nuova struttura saranno suddivisi in questo modo:

  • Piano Terra: Palestra Neurologica con Serra Biodinamica per Terapia Occupazionale, Nuovo Cup (centro unificato di prenotazione) del Gvdr.
  • Piano Primo: Poliambulatorio ad alta specialità.
  • Piano Secondo: Mini alloggi per gli Utenti che si sottoporranno a terapia riabilitativa intensiva e per i loro familiari.

Con questo intervento il Centro Gvdr di Cadoneghe (Centro Fisioterapico Padovano, Radiologia Scrovegni, Palestra Salute&Benessere di fronte al municipio e nuova Ala ex Cinema) avrà un’estensione complessiva di quasi 5.500 metri quadrati diventando uno dei centri ambulatoriali convenzionati più grandi e più completi come servizi di tutta Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I commenti

Dichiara il sindaco Schiesaro: «Oggi è un giorno molto importante perché con questo cantiere si va a colmare un vuoto che i nostri concittadini hanno conosciuto per troppo tempo, dall'abbattimento della struttura precedente. È una lodevole iniziativa privata che ha richiesto una fase, durata oltre un anno, di concertazione con l'amministrazione comunale. Oggi finalmente prende il via questo cantiere che durerà circa 18 mesi. È importante perché si tratta di un rilevante investimento sul territorio, circa 2 milioni di euro tra struttura e macchinari sanitari all'avanguardia, dà lavoro a oltre 10 ditte e decine di operai, senza contare l'indotto per le attività commerciali e gli esercenti del territorio. Ha generato inoltre un beneficio diretto per le casse pubbliche grazie ai 166mila euro di oneri già versati dalla proprietà, che l'amministrazione comunale utilizzare per nuove strade, marciapiedi e servizi per i cittadini. Fondi quindi che nascono da un'iniziativa privata, ma generano un beneficio pubblico molto importante. Oltre a questo, avremo finalmente la possibilità di riorganizzare la zona, con la creazione di nuovi parcheggi e la sistemazione della pavimentazione della piazza, oggi tristemente nota ai nostri concittadini per la sua scivolosità». Aggiunge il direttore sanitario Giuseppe Caraccio: «Il Gruppo Veneto Diagnostica e Riabilitazione da sempre ha come punto centrale la Qualità dei servizi erogati, che significa "capacità di soddisfare le esigenze degli utenti tradotte in requisiti". Per questo motivo la Direzione del Gvdr ha deciso di potenziare le proprie dotazioni tecnologiche con un nuovo macchinario per la Tac (Tomografia Computerizzata) da 128 slices, già attivo da alcuni mesi. Una macchina che permette, unendo velocità di esecuzione e il software di immagini, di eseguire esami di alta qualità utilizzando basse dosi di radiazioni. A breve sarà installata anche una nuova Risonanza Magnetica da 1,5 tesla che andrà ad affiancarsi al macchinario esistente da 0,4 tesla "aperto"».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento