Coronavirus, Lilt Padova: donate 220 bottiglie di olio alle famiglie in difficoltà

È stato attivato anche un servizio di assistenza psicologica “a distanza” riservato ai pazienti oncologici e alle loro famiglie data l'assenza di “relazioni sociali”

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Padova (LILT), da anni fortemente impegnata nella prevenzione e diagnosi precoce dei tumori, in questo momento di emergenza sanitaria ha donato 220 bottiglie di “Olio della salute” alle famiglie in difficoltà residenti nelle zone dove opera quotidianamente: Albignasego e Quartiere Arcella.

Benessere

Si tratta delle bottiglie di Olio extra vergine di oliva destinate ai banchetti nelle piazze italiane per la consueta Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, manifestazione nazionale che a causa delle restrizioni legate all’emergenza Covid-19 LILT è stata rinviata. La Sede Nazionale LILT ha invitato le 106 associazioni provinciali a regalare un primo quantitativo di bottiglie a chi in questo momento ne ha bisogno e non riesce ad accedere ai beni essenziali. Ricordiamo che l’olio extra vergine di oliva italiano è sinonimo di benessere ed è un elemento fondamentale nella nostra alimentazione e della Dieta Mediterranea, motivo per cui sulle tavole italiane non dovrebbe mancare. La volontà del Presidente Dino Tabacchi e di tutto il Consiglio Direttivo è stata quella di mantenere vivo il rapporto con il territorio dove LILT Padova opera quotidianamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La distribuzione

Ciò è stato possibile grazie al coinvolgimento dei volontari della Protezione Civile del Comune di Albignasego e della Parrocchia di Sant’Antonio d’Arcella che proprio in questi giorni stanno distribuendo alle famiglie più in difficoltà dei pacchi alimentari. L’attività LILT in questo momento di emergenza non si ferma. È stato attivato inoltre un servizio di assistenza psicologica “a distanza” riservato ai pazienti oncologici e alle loro famiglie. Questo perché le restrizioni imposte alle “relazioni sociali” rendono ancora più forte il loro bisogno di essere aiutati. I colloqui con il team di psicologhe LILT avverranno tramite telefono o connessioni Skype e saranno gratuiti. Tutto questo con la speranza di poter ripartire quanto prima con le normali attività di diagnosi precoce e assistenza al paziente oncologico, nel rispetto delle norme di tutela della sicurezza degli operatori sanitari, volontari e pazienti perché prevenire è vivere. Per maggiori informazioni consultare il sito www.liltpadova.it/assistenza-psico-oncologica/ 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento