Attualità

Genomi del cancro, completata la mappatura: anche un padovano nel team di ricerca mondiale

Commenta Luca Zaia, Governatore del Veneto: «Siamo di fronte a una delle più grandi imprese scientifiche del mondo, e tra i protagonisti c’è l’Università di Verona, l’Università di Padova e l’Ulss di Treviso»

«Siamo di fronte a una delle più grandi imprese scientifiche del mondo, e tra i protagonisti c’è l’Università di Verona, che rappresenta l’Italia nel Consorzio Internazionale Genoma del Cancro, ci sono 35 ricercatori, non solo i 33 dell’Ateneo e dell’Azienda Ospedaliera scaligera, ma anche uno dell’Università di Padova e uno dell’Ulss di Treviso. Sono i giocatori di una squadra straordinaria che schiera i saperi delle Università e li fonde con le qualità professionali e scientifiche della ricerca sanitaria pubblica. Complimenti a tutti, e grazie per un lavoro lungo e difficile, per il quale, per la nostra quota parte, siamo profondamente orgogliosi»: così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta la notizia del completamento dello studio internazionale per la mappatura dei genomi del cancro, concluso e pubblicato su “Nature” da un team composto da 1.300 scienziati e clinici di 37 diversi paesi del mondo.

Il commento

Prosegue il Governatore Zaia: «Se in un consesso di tale valore c’è una realtà di ricerca e buona sanità come Verona, c’è Padova e c’è Treviso significa che in Veneto si è saputo creare una rara condivisione di energie e sapere tra Università, ricerca e ambito sanitario, dalla quale scaturiscono risultati come questo. Ciò che rende più soddisfatti è che il destinatario finale di tali sforzi è la persona malata. Un giorno questo studio mondiale consentirà di salvare altre vite dal cancro, e potremo dire con fierezza che il Veneto migliore c’era».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genomi del cancro, completata la mappatura: anche un padovano nel team di ricerca mondiale

PadovaOggi è in caricamento