Maxi sequestro Guardia di Finanza, Bertin: «Azione meritoria, ma sanzioni troppo blande»

Dal presidente di Ascom Padova arriva il plauso per «gli uomini e le donne del colonnello Dametto, che conferma come ancora una volta sia il Centro Ingrosso Cina a distinguersi come luogo deputato all’irregolarità fatta sistema»

Patrizio Bertin

«Il maxi sequestro operato questa mattina dalla Guardia di Finanza è senz’altro una buona notizia». Il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, Patrizio Bertin, sottolinea con soddisfazione l’impegno delle Fiamme Gialle guidate dal tenente colonnello Fabio Dametto che, nell’ambito della lotta all’abusivismo e alla contraffazione, hanno sequestrato 26 milioni di articoli per negozi ed uffici.

Il commento

Bertin, però, non nasconde l'amarezza: «Purtroppo l’azione meritoria degli uomini e delle donne della Guardia di Finanza di Padova conferma come ancora una volta sia il Centro Ingrosso Cina a distinguersi come luogo deputato all’irregolarità fatta sistema e che, a sua volta, come dimostra l’indagine che ha portato i Baschi Verdi fino in provincia di Milano, suffraghi le nostre preoccupazioni in ordine all’individuazione di Padova come “hub dell’illegalità” in campo commerciale per l’Italia del Nord. I rischi per la salute connessi ai commerci illegali vengono troppo spesso sottovalutati, così come viene sottovalutata la pericolosità sociale del fenomeno contraffazione che cancella posti di lavoro e non contribuisce alle attività dello Stato perché non paga tasse». E nel finale il presidente di Ascom Padova "rincara la dose": «C’è infine un aspetto che meriterebbe di essere valutato ed è l’aspetto sanzionatorio che, al di là della confisca dei beni, si esplica solo sotto il profilo amministrativo: forse troppo poco per chi sistematicamente apre e chiude imprese col risultato di rendere difficile, se non impossibile, l’applicazione delle sanzioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Maxi-incendio ad Albignasego: a fuoco l'ex In Bloom, una persona intossicata

  • Tamponi rapidi, salgono a trenta le farmacie padovane aderenti all'iniziativa: l'elenco completo

  • Positivo al coronavirus si mette in fila all'ufficio postale: 65enne denunciato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento