Attualità

Università, il CdA approva la manovra di rimodulazione delle tasse per gli studenti

«Dal prossimo anno accademico studentesse e studenti potranno beneficiare di una "No Tax Area" innalzata a ben 24.000 punti Isee e di una riduzione degli oneri del 30% nella fascia tra 24.000 e 30.000 Isee». Confermati anche i bonus connettività e libri

Nella giornata del 25 maggio si è tenuto il Consiglio di Amministrazione dell'Università di Padova, in cui è stata votata e approvata la manovra sulla tassazione tanto richiesta dalla rappresentanza studentesca.

Tasse

Dichiara Anna Tesi, rappresentante degli studenti con l'udu Padova in CdA: «Dopo due tavoli tecnici e una lunga discussione in CdA, la manovra sulle tasse e i bonus per tablet, SIM e libri è stata ufficializzata dall'ateneo: dal prossimo anno accademico studentesse e studenti potranno beneficiare, con un esiguo requisito di merito, di una No Tax Area innalzata a ben 24.000 punti ISEE e di una riduzione degli oneri del 30% nella fascia tra 24.000 e 30.000 ISEE».

Bonus

Confermati anche i nuovi bonus, perfezionati rispetto all'anno passato, eliminando le criticità segnalate dai rappresentanti della comunità studentesca: «Abbiamo lavorato a lungo per introdurre anche un bonus libri da 100€, fruibile presso le librerie fisiche e online convenzionate ed erogato sottoforma di gift card. Ma non finisce qui: anche le SIM gratuite saranno riconfermate e rinnovabili anche per chi ne ha già fatto richiesta durante questo anno accademico. Per quanto riguarda tablet e PC invece verrà aperta una sezione online consultabile da tutte e tutti gli studenti, che racchiuderà tutte le convenzioni con le principali marche di dispositivi elettronici, tra cui tablet Samsung e Apple a 100 euro».

Udu Padova

Conclude Virginia Libero, presidente dell'Udu Padova: «Dopo mesi di mobilitazioni e richieste siamo soddisfatti del dialogo intrapreso con l'ateneo, ma c'è ancora molto da fare. La manovra copre ancora una platea troppo ristretta e la regione non si sta minimamente preoccupando delle difficoltà economiche di studentesse e studenti in questo momento, anzi, addirittura sono stati diminuiti i finanziamenti annuali per la copertura delle borse di studio regionali. Tutto ciò non è più tollerabile, motivo per cui non ci fermeremo a questo risultato. Ora Ministero e Regione devono contribuire significativamente sulle carriere di studentesse e studenti, o il numero di abbandoni salirà vertiginosamente dal prossimo anno quando vedremo i veri effetti della crisi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, il CdA approva la manovra di rimodulazione delle tasse per gli studenti

PadovaOggi è in caricamento