rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Attualità

Nasce Volvero. Padova città pilota per i mezzi a noleggio tramite App

I proprietari potranno condividere i loro veicoli con i conducenti attraverso una piattaforma sicura, apportando una significativa riduzione dell’impatto ambientale e sociale e al contempo migliorando la mobilità e l’inclusione

Oggi 2 dicembre con la partecipazione dell’assessore Antonio Bressa, si è tenuta la conferenza stampa di lancio dell’innovativo servizio di mobilità condivisa in città Volvero. Volvero è un’azienda internazionale ma nata nel territorio Veneto, che simbolicamente ha deciso di lanciare il servizio in anteprima a Padova, ad evidenziare la centralità della città per quanto riguarda l’innovazione in termini di mobilità.

Il servizio

Il servizio ideato dall’azienda è pensato per essere l’Airbnb dei veicoli. Lo scopo è quello di migliorare il modo in cui le persone affrontano le loro esigenze di mobilità, permettendo ai proprietari di condividere i loro veicoli con i conducenti attraverso una piattaforma sicura, apportando una significativa riduzione dell’impatto ambientale e sociale e al contempo migliorando la mobilità e l’inclusione.  

Filippi

«Facendo leva sulla mobilità intesa in varie prospettive, Volvero ha un forte potenziale per rivoluzionare il concetto della condivisione dei veicoli a livello mondiale. - afferma Marco Filippi, l’amministratore delegato di Volvero - Crediamo in una mobilità evoluta; affidabile e condivisa. Sono queste le due caratteristiche chiave che saranno fondamentali per il successo di tutte le nuove modalità di trasporto che Volvero soddisfa con il proprio servizio». 

Come funziona

Attraverso la app Volvero è possibile noleggiare veicoli di ogni tipo in uno scambio tra privati. Ogni utente iscritto può consultare i veicoli disponibili per il noleggio con le relative caratteristiche e/o mettere a disposizione il proprio dopo una verifica dei dati. Il tutto avviene con le dovute coperture assicurative nella massima sicurezza e trasparenza. Il sistema infatti tiene traccia dello stile di guida degli utenti, delle prestazioni dei veicoli e del rating dei proprietari, in modo che ogni utente possa decidere da e a chi noleggiare il proprio veicolo. In più, grazie all’utilizzo degli smart contract, viene attivata un’assicurazione unica nel suo genere che copre i conducenti e tutti i tipi di veicoli durante l'intero periodo di condivisione. Il funzionamento è molto semplice: una volta scaricata l’app e effettuata l’iscrizione, l’utilizzatore può interagire sia per mettere a disposizione di terzi il proprio mezzo (camper, furgone, auto o moto) sia per trovare il veicolo adatto alle proprie necessità tra quelli disponibili al noleggio.   Nel primo caso l’app guida l’utente nella configurazione dell’offerta del veicolo, il cui prezzo di noleggio è stabilito dal proprietario del veicolo stesso.  Chi invece vuole noleggiare un mezzo attraverso l’app vede istantaneamente su una mappa della città i veicoli disponibili in prossimità del luogo in cui si trova, con le loro caratteristiche salienti e il prezzo di noleggio.   Normalmente il noleggio va “prenotato” con il proprietario del mezzo 24 ore prima dell’utilizzo e può durare una o più giornate.  Le variabili che “noleggiatore” e utente possono definire sono numerose e facilmente definibili in fase di accordo.  Le due persone poi si incontrano per lo scambio delle chiavi e la consegna del mezzo.  

I partner

Alla conferenza stampa hanno infatti partecipato anche i partner assicurativi Neosurance e Europ Assistance Italia S.p.A. con cui Volvero ha sviluppato un sistema assicurativo unico nel suo genere, per garantire flessibilità e sicurezza agli utenti. «Uno dei pilastri di Neosurance è proporre l’assicurazione non come un costo dal valore difficilmente percepibile, ma come un fattore abilitante, in grado di migliorare i nuovi stili di vita delle persone. - afferma Alessandro Roveda, Project & Account Manager presso Neosurance - La polizza peace and safety di Europ Assistance Italia S.p.A. da noi integrata nell’app Volvero, è l’espressione di questo percorso e la nostra visione di innovazione in questo mercato, che può e deve dialogare in modo costruttivo con altri ecosistemi, per favorire e premiare comportamenti virtuosi e approcci più sostenibili». Oltre ai partner assicurativi, presenti anche i partner operativi del progetto: Ceccato automobili, che essendo il terzo concessionario in Italia mette a disposizione un’ampia gamma di veicoli pronti ad essere richiesti dagli utenti di Volvero su un’ampia area geografica, Askoll Eva, i cui scooter e biciclette elettriche sono già disponibili sulla piattaforma Volvero, e la rappresentanza dell’Istituto Europeo della Tecnologia. Gian Franco Nanni, Amministratore Delegato di Askoll Eva ha dichiarato in merito: «Noi di Askoll EVA siamo orgogliosi di essere partner tecnico di Volvero, con cui condividiamo l’impegno a rinnovare la mobilità urbana, rendendola più sostenibile non solo a livello ambientale, ma anche a livello economico. I cittadini che, grazie a Volvero, metteranno a disposizione della comunità i propri e-scooter Askoll, infatti, recupereranno più in fretta il costo iniziale del veicolo e, allo stesso tempo, incentiveranno degli spostamenti cittadini più smart, agili e rispettosi dell’ambiente»

Bressa

L’assessore alle attività produttive del Comune di Padova Antonio Bressa afferma: «Un orgoglio che un’azienda così innovativa abbia deciso di lanciare il suo progetto a Padova, a conferma della centralità nel campo dell’innovazione e della mobilità. Credo la nostra città sia ideale per questo tipo di iniziative, per il grande numero di studenti e studentesse e per la grande sensibilità in tema ambientale. Auguro all’azienda che quest’iniziativa prenda piede e cresca, offrendo così un servizio in più a tutti i padovani»

Ragona

L’assessore alla mobilità del Comune di Padova Andrea Ragona conclude: «Il mercato delle automobili sta cambiando ed è sempre più frequente, in particolare per le persone più giovani, scegliere di non acquistare un’auto ma di appoggiarsi quando necessario ai servizi di car sharing esistenti, o comunque di condividere i mezzi. Abbiamo deciso di supportare e aiutare nella promozione di questo servizio proprio nella convinzione si tratti di un’ulteriore opportunità per la mobilità condivisa anche nella nostra città, che si può andare ad aggiungere a quelle esistenti. Un servizio tarato su specifiche esigenze per cercare di dare risposta a diversi bisogni, sempre nell’ottica di promuovere una mobilità per tutti e di tutti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce Volvero. Padova città pilota per i mezzi a noleggio tramite App

PadovaOggi è in caricamento